Migliori SUV 2022: offerte usati, nuovi, ibridi, medi, compatti ed economici

Tutti pazzi per il SUV. Nel 2022, infatti, le vendite di Sport Utility Vehicle hanno registrato nel nostro Paese un vertiginoso incremento del 43% rispetto allo scorso anno, proseguendo il loro tradizionale trend positivo. La crescita è avvenuta sia nel mercato di automobili appena immatricolate, sia per quanto riguarda l’ampio mercato dell’usato. Per venire incontro a questa straordinaria “corsa ai SUV”, dunque, scopriamo insieme le migliori occasioni di quest’anno, presentandovi alcune informazioni tecniche, le potenzialità e i prezzi di ciascun modello, così da aiutarvi nella vostra scelta su quattro ruote.

Migliori SUV economici 2022 sotto i 15000 euro

Cominciamo la nostra ricerca partendo da una fascia di costo medio-basso. Qualora cercaste un SUV fresco di concessionaria ma che rientri in un range di prezzo inferiore ai 15.000 euro, questi sono i modelli più economici presenti attualmente sul mercato: con un prezzo base fissato a 11.900 euro, la Dacia Duster è indubbiamente il SUV compatto più economico in circolazione.

Con una lunghezza complessiva di 4,34 metri, quest’auto sfoggia una linea piuttosto raffinata e, nel contempo, riesce a comunicare grande solidità. Rispetto alle generazioni precedenti, inoltre, questa versione della Duster non fa mistero di profonde modifiche rese necessarie per incrementare la sicurezza del conducente e dei passeeggeri: sono infatti previsti alcuni airbag laterali a tendina capaci di attutire l’impatto anche sui sedili posteriori. L’abitacolo non ha certamente i comfort che ci si aspetta in altre vetture, ma per un essere un veicolo low-cost garantisce comunque uno spazio ampio e confortevole. La Dacia Duster è presente sul mercato sia a trazione anteriore che integrale.

Al secondo posto si piazza la Karl Rocks, il mini SUV della Opel: in vendita a partire da 13.270 euro.lunga appena 3,67 metri e dalle dimensioni paragonabili a quelle di una utilitaria, questa auto si adatta benissimo ad essere guidata in città sempre più trafficate, pur continuando a garantire le comodità.

Proseguendo in questa nostra classifica, sul terzo scalino del podio si attesta la Suzuki Ignis, disponibile da 14.200 euro. Il mini SUV del colosso giapponese presenta una linea dinamica, originale e accattivante che ha conquistato il pubblico giovanile. Con una lunghezza da city car (3,70 metri), anche la Ignis – come la Duster – è  disponibile sia con trazione anteriore che integrale, e la scelta dell’alimentazione è fra benzina o ibrido, confermando anche per quest’anno il primato di Suzuki Ignis come SUV ibrido più economico attualmente sul mercato.

Spendere meno di 20000 euro? Missione possibile con i SUV Medi

In questo caso un podio non sarebbe sufficiente per far salire tutte le classificate. Appena sforato il precedente limite dei 15.000 euro, infatti, troviamo subito un altro SUV concorrente, la Citroen C3 Aircross, in vendita a partire da 16.000 euro.

Dalle dimensioni molto compatte (4,16 metri) e dunque agevoli per guidare e parcheggiare in città, questo modello della Citroen eccelle in comodità e sportività, proponendo un motore a benzina 1.2 PureTech (82 CV, 110 CV e 130 CV) e un propulsore diesel 1.5 BlueHDi (da 100 CV e 120 CV) ed entrando prepotentemente in competizione con la seconda classificata (in base al costo), anch’essa francese: la Renault Captur.

Lungo poco più di 4 metri, e con un prezzo base che si aggira intorno ai 16.550 euro. il mini SUV della Renault offre un motore a benzina 0.9 tre cilindri e 90 CV (o, a scelta, il 1.2 da 120 cavalli) combinato con un propulsore diesel 1.5 da 1.5 litri  (90 o 110 CV di potenza). Notevole l’abitacolo, provvisto di alcune parti in plastica morbida che contribuiscono ad aumentare il comfort interno.

Seconda a pari merito è la Kia Stonic, con un prezzo base a partire da 16.750 euro. Lunga 4,14 metri, propone la scelta fra 3 diversi motori alimentati a benzina, una versione Eco GPL e una diesel.

Infine, in quarta posizione rispetto al costo, si piazzano la Ford Ecosport e l’italiana Fiat 500X. L’auto statunitense è disponibile al prezzo base di 19.000 euro (ma può arrivare fino a 24.500 euro), è lunga 4,10 metri ed offre un motore a benzina 1.0 EcoBoost in tre versioni (100 CV, 125 CV e 140 CV) o con un propulsore diesel 1.5 TDCi (da 100 CV e 125 CV). Interessante la nota vagamente “vintage” del portellone posteriore che, invece di spalancarsi verso l’alto, si apre lateralmente alla maniera dei vecchi fuoristrada e, proprio come questi ultimi, può portare una ruota di scorta esterna.

Infine l’orgoglio tricolore: la Fiat 500X, che si attesta come SUV più venduto nel nostro Paese registrando ben 51.408 unità vendute. I fattori sono molteplici, a cominciare dal buon rapporto fra qualità prezzo: listino prezzi a partire da 19.250 euro, lunga 4,25 metri e disponibile in due versioni: Urban Look e Cross Look. Per quanto riguarda la gamma, presenta tre motorizzazioni a benzina (1.6 E-Torq da 110 CV, 1.0 T3 da 120 CV e 1.3 T4 da 150 CV) e due diesel (1.3 MultiJet da 95 CV e 1.6 MultiJet da 120 CV).

Infine, quasi sfiorando il tetto dei 20.000 euro, troviamo la Nissan Juke: piccolo SUV lungo 4,14 metri e dalla carrozzeria crossover, questo piccolo SUV è acquistabile ad un prezzo base pari a 19.660 euro e vanta un design rinnovato rispetto alle precedenti versioni (soprattutto il frontale ora risulta più moderno, presentando fari con interni scuri e fendinebbia a LED). Un’auto all’avanguardia per tecnologia, dunque, anche considerando l’Intelligent Around View Monitor (esclusivo per la sua categoria) che propone a bordo: un sistema di  quattro videocamere che consentono al conducente di avere una visuale completa intorno e sopra il veicolo.

SUV compatti oltre i 20.000 euro

Alzando l’asticella di spesa, vi segnaliamo alcuni SUV convenienti e di qualità. Cominciamo, ad esempio, dalla Mazda CX-3, proposta al prezzo base di 21.470 euro e lunga 4.28 metri. Due motorizzazioni, una a benzina (2.0L SkyActiv-G da 121 CV e 150 CV) e una diesel (1.8L SkyActiv-D da 116 CV); inoltre, la gamma offre anche la versione a trazione integrale.

In concorrenza con la prima, con un prezzo di listino che parte da 23.100 euro, la Volkswagen T-Roc si è affermata come una sport utility compatta dalla forma scolpita ed elegante. L’abitacolo si presenta spazioso e con un cruscotto digitale all’avanguardia, mentre il motore è un 1.0 TSI da 116 CV.

Ben superiore per dimensioni e prezzo (superiori alla sua categoria), invece, è la giapponese C-HR, il mini SUV di Toyota. Lunga ben 4,36 metri, il che le consente di vantare un bagagliaio piuttosto capiente, questa vettura affascina per la sua linea sportiva e aggressiva (merito anche dello spoiler e della particolare forma della coda). Segno di raffinatezza estetica anche la posizione delle maniglie delle portiere posteriori, semi-nascoste per non disturbare l’eleganza della linea. Una ricercatezza che va sicuramente ad incidere sul prezzo, che oscilla fra i 24.700 e i 32.200 euro per l’alimentazione a benzina, ma che con alimentazione ibrida a propulsore elettrico può anche toccare i 34.850 euro.

Veniamo al gioiello di casa Volvo, il SUV eletto “Auto dell’Anno”: la Volvo XC4, considerato uno dei migliori Suv compatti di quest’anno e disponibile a partire da 31.200 euro.  Con una lunghezza di ben 4,43 metri e alimentata a benzina (1.5 T3 da 156 CV, 2.0 T4 da 190 CV e 2.0 T5 da 247 CV), ma con un motore accompagnato dai propulsori diesel 2.0 D3 (150 CV e 2.0 D4 da 190 CV).

SUV usati 2022: qualità e risparmio assicurati

Chi l’ha detto che un’auto usata significhi automaticamente una qualità inferiore? Fiat 500X, ad esempio, contribuisce a sfatare completamente questo pregiudizio ormai sempre meno diffuso. In base al numero di ricerche online e alla quantità di annunci da capogiro, il mini SUV di Fiat, infatti, si conferma di gran lunga come l’auto più desiderata dagli italiani propendo un prezzo medio dell’usato pari a 17.500 euro, a fronte di un prezzo di partenza di 19.000 euro. Un successo che si deve tanto al design spiccatamente italiano, che riprende e riformula i punti di forza della ormai popolarissima “sorella minore”, la Fiat 500. Ben diversa da quella della 500, però, si presenta la lunghezza, che qui “indossa” la misura XL raggiungendo i 4,25 metri

Il secondo SUV più ricercato online è il Range Rover Evoque, che – nonostante il prezzo medio dell’usato sia piuttosto alto, 35.200 euro – si afferma sul mercato dell’usato per l’eleganza e per la massa quasi “muscolare” delle sue forme. L’abitacolo somiglia più ad un salotto e i cinque passeggeri sono coccolati fra materiali pregiati.

Con un prezzo medio dell’usato molto inferiore a quello della Evoque, invece, è disponibile la già menzionata Renault Captur, acquistabile da 13.800 euro rispetto ai 16.550 euro di listino.

Fra i SUV usati più desiderati dagli italiani la Volkswagen Tiguan, al prezzo medio di 18.800 euro (rispetto a 26.050 euro di partenza). Un nuovo design contribuisce a ringiovanirla e a cancellare il ricordo del modello precedente, affascinando soprattutto per la linea energica del frontale. L’abitacolo non stupisce quanto l’esterno, ma garantisce comunque una buona abitabilità e una qualità nelle parti.

A parità di costo, ma con un prezzo di partenza (21.250 euro) nettamente inferiore rispetto alla Tiguan, segnaliamo la Nissa Qashqai, disponibile sul mercato dell’usato ad un prezzo medio che si aggira intorno ai 18.800 euro. Un design grintoso, che dà il meglio di sé nel frontale, lasciando il segno nella mascherina con il celebre motivo a “V” in pieno stile Nissan. Abitacolo dal comfort superiore alla media, lunghezza della vettura di 4 metri e 39: viaggiare dev’essere molto comodo, data anche la capienza del bagagliaio (430 litri).

Con un budget lievemente superiore, ad un prezzo medio dell’usato pari a 20.200 euro, troviamo la Jeep Renegade: compatta e massiccia, il SUV americano sfoggia il tipico design “paramilitare” caratteristico della famiglia Jeep. Il bagagliaio è di 351 litri e offre pertanto una buona capienza

Migliori SUV Ibridi 2022: la frontiera del domani

Il mercato dell’ibrido è in costante crescita: oltrei alle già citate Suzuki Ignis e Toyota C-HR, vi segnaliamo alcuni SUV e Crossover da tenere d’occhio: prima fra tutte la Volvo più venduta di sempre, la XC60. La storica casa automobilistica svedese ha annunciato che dal prossimo anno ogni nuovo modello Volvo sarà dotato di un motore elettrico, sposando le soluzioni mild hybrid più innovative. Un modello di SUV ibrido che si avvale di un T8 Twin Engine, un motore in grado di sviluppare 408 CV con un propulsore 2.0 di cilindrata. I prezzi di questa auto ibrida partono da 46.700 euro.

Scendendo verso prezzi più abbordabili, troviamo la Toyota 1.8 Hybrid E-CVT, SUV appena entrata nelle ibride di casa Toyota eppure inchiodata ai primi posti in classifica fra le più vendute. Dall’aspetto avvenieristico e dalle dimensioni medie quest’auto è un mix riuscito di qualità estetica e tecnologica. Notevole la combinazione tra il motore elettrico e il propulsore 1.8 benzina da 122 CV, che consente all’incirca un consumo da utilitaria. Non solamente il consumo è basso: anche il prezzo, infatti, parte da 28.550 euro

Degna di attenzione, infine, è la Kia Niro Ibrida, uno dei migliori crossover ibridi per rapporto qualità prezzo con un prezzo di listino che parte da 25.000 euro per il 1.6 GDi HEV Urban. In questa versione, il motore elettrico non si ricarica ma viaggia insieme al benzina, mentre per prestazioni maggiori è prevista la versione plug-in PHEV benzina 1.6 141 CV a 36.700 euro.

E’ opportuno segnalare due nuovi SUV completamente elettrici: l’Audi e-tron e la Mercedes-Benz EQC, entrambi saranno capostipiti di famiglie di veicoli completamente elettrici.  

Se cercate un SUV economico ma di qualità, le occasioni non mancano. Per orientarsi al meglio nel mercato automobilistico di oggi, però, vi consigliamo di consultare i maggiori siti di annunci online e le principali concessionarie, così da trovare il SUV che più fa per voi.

Redazione Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.