Migliori Whisky 2022: classifica mondiale, torbati, scozzesi e commerciali

I grandi appassionati di bevande alcooliche saprebbero rispondere subito alla domanda: quale è il miglior whisky del 2022? Se invece avete iniziato a bere whisky solamente di recente e vi state appassionando sempre di più, allora siete nel posto giusto. Di seguito abbiamo stilato le classifiche dei migliori whisky al mondo, suddivisi per categorie. All’interno delle classifiche troverete dei veri must del mondo del whisky, ma anche qualche piacevole sorpresa. Cominciamo!

Migliori whisky al mondo: la classifica 2022

Selezionare i migliori whisky al mondo non è stato poi così semplice anche perché scegliere i migliori tipi di whisky richiede la conoscenza approfondita delle caratteristiche di ogni tipologia. In questa prima classifica abbiamo raccolto i migliori whisky in assoluto (per rapporto qualità/prezzo, per gusto, per equilibrio tra gli ingredienti ecc.). Ecco i migliori del 2022.

1 – Lagavulin 16 Year Old Scotch Single Malt, Whisky Scozzese

Al primo posto troviamo questo whisky scozzese invecchiato di 16 anni. Non sorprende che al primo posto ci sia un Whisky prodotto in Scozia, il paese è infatti noto per essere la patria del whisky, dove, secondo le cronache, sarebbe stato distillato per la prima volta. Si tratta di un whisky single malt, cioè prodotto da un’unica distilleria, utilizzando un solo cereale (orzo, solitamente). Questo whisky si caratterizza per avere un colore mogano molto caldo e profondo, quanto al gusto sono inconfondibili le note di torba e di affumicato che lasciano il posto ai sentori dolciastri dell’arancia e dello sherry. Il sapore resiste a lungo in bocca, lasciando una netta sensazione di pastosità. Per questo può essere diluito con una dose minima di acqua. Ottimo da accompagnare con della cioccolata fondente.

2 – Talisker 10 anni Single Malt Scotch Whisky

Un altro single malt whisky in classifica. Si tratta stavolta di uno scotch whisky, un tipo specifico di whisky unicamente scozzese. Viene prodotto esclusivamente con malto scozzese, sull’isola di Eigg. Si tratta di un whisky dal gusto particolarmente robusto e deciso con sentori netti di torba e salmastro e un retrogusto leggermente piccante e affumicato che smorza la forte gradazione alcolica di questo whisky. Non è un whisky adatto ai cocktail, mentre è particolarmente indicato come accompagnamento al cibo, come ad esempio cioccolata amara e ostriche. Si consiglia di consumarlo liscio o al massimo on the rocks.

3 – Oban 14 anni Scotch Whisky Single Malt

Prodotto da una delle distillerie più antiche dell’intera Scozia, l’omonima distilleria Oban, questo whisky è uno dei prodotti di punta delle Highlands scozzesi. Il whisky presenta un bellissimo e intenso colore dorato. Ciò che contraddistingue questo whisky è l’odore: sentori di salmastro, vaniglia e caramello anticipano le note più intense del legno e dell’affumicato. Quanto al gusto, dopo il primo sorso, il whisky rilascia note di frutta secca, miele e legno. Si tratta di un whisky caratterizzato dai contrasti tra dolce e salato, ma nell’insieme, appare ben equilibrato.

4 – Jim Beam, Kentucky Straight Bourbon Whiskey

Voliamo questa volta negli States per incontrare questo bourbon whisky, come vengono chiamati i whisky di produzione americana. Trattandosi di un bourbon whisky l’ingrediente principale è il mais e non il malto. Il mais viene distillato con il metodo Sour Mash (a doppia fermentazione) e invecchiato in botti di rovere americano bianco affumicato. Alla vista si presenta di un bel colore rosso intenso, mentre al gusto sprigiona note di miele, fieno e vaniglia. Ottimo da mescolare con i cocktail. Prodotto con le stesse tecniche fin dal 1795 questo bourbon è un vero e proprio emblema americano, anzi dell’intero Far West!

5 – Nikka Whisky from the Barrell

Chi l’ha detto che il whisky è solo scozzese? Per la nostra classifica abbiamo selezionato una vera e propria novità, che nel corso dell’anno si è guadagnata l’attenzione degli esperti: il Nikka Whisky, un whisky di origine giapponese. Come prima cosa non si tratta solamente di un single malt ma di una miscela tra un single malt e un grain whisky. Il risultato è un whisky dal gusto intenso e deciso, ma allo stesso tempo morbido e piacevole. Sia al gusto che all’olfatto si caratterizza per la totale assenza della torba, compensata tuttavia dai sentori delle spezie e delle erbe. Da servire liscio e fresco, senza superare mai i 20 gradi.  

Migliori whisky torbati 2022

Se amate i whisky torbati, cioè whisky che rilasciano sentori di torba (il composto formato da residui vegetali che non riescono a fermentare), oltre ai top seller che vi abbiamo consigliato sopra, vi suggeriamo quelli di questa classifica, i migliori del 2022.

1 – Laphroaig Puro Malto 10 anni 70 cl

Prodotto dalla distilleria Laphroaig, attiva fin dal 1815, questo whisky è uno dei prodotti di punta della distilleria. Si tratta di un single malt invecchiato in botti ex bourbon le quali donano al whisky un colore fulvo. All’olfatto si presenta particolarmente affumicato con intense note di miele e biscotti, mentre il sapore è decisamente torbato e speziato, con un finale salmastro. Ottimo da consumare leggermente diluito con acqua per apprezzarne tutti i sapori.

2 – Talisker Skye Single Malt 70 cl

Ancora una volta in classifica troviamo un whisky Talisker. Si tratta di un Single Malt invecchiato in botti di quercia tostate periodicamente. Questa procedura conferisce un’affumicatura più delicata, contribuendo a esaltare le note fruttate e speziate. Al gusto infatti si percepiscono nettamente note di mela e limone con una chiusura speziata verso il pepe e lo zenzero. Tra i whisky torbati è sicuramente il più delicato, ma si presta molto bene a essere consumato con i cocktail, come il Talisker Sour che si ottiene mescolando: 50 ml di Skye, 25 ml di succo di lime, 1 albume d’uovo e 15 ml di sciroppo di zucchero, il tutto servito in un bicchiere old fashioned e cubetti di ghiaccio.

3 – Ardbeg Ten Year Old Whisky 700 ml

Si tratta di un whisky tra i più torbati che esistano e per questo potrebbe non incontrare il gusto di molti. Tuttavia stiamo parlando di un whisky che ha vinto svariati premi tra cui anche quello come miglior whisky dell’anno (nel 2008). Al palato sprigiona intense note affumicate e speziate tra le quali, su tutte si avvertono quelle del pepe nero. Sul palato, a lungo termine, lascia un intenso aroma di liquirizia, limone e caffè. Decisamente un whisky per palati forti!

4 – Caol Ila Islay Malt 12 anni

Si tratta di un whisky torbato particolarmente leggere. Già alla vista si può notare il delicato colore dorato poco intenso rispetto a quelli precedenti. La prima ondata di gusto è particolarmente dolce, mentre sul finale diventa particolarmente salino.

5 – Smokehead High Voltage Single Malt 700 ml

Chiudiamo la classifica con un whisky torbato dal colore rosso intenso. Colpiscono subito all’olfatto le intense note affumicate, vanigliate e di toffee. All’assaggio appare quasi cremoso, tanto è intenso, lasciando poi spazio sul finale alle note più acide del salmastro e degli agrumi dell’isola. Per chi si sta avvicinando ai sapori torbati è un ottimo whisky di partenza. 

Migliori whisky scozzesi 2022

La Scozia, si sa, è la patria del whisky, e non poteva mancare la classifica dei migliori whisky scozzesi del 2022. Tra i migliori whisky scozzesi, troviamo i seguenti.

1 – Aberfeldy Scotch Whisky Single Malt 12 Anni, 700 ml

Un ottimo whisky scozzese dal colore ambrato intenso e dal gusto robusto e inconfondibile. Il whisky viene prodotto distillando acqua pura, orzo e lievito, dopo la distillazione viene lasciato a invecchiare in botti di quercia, questo conferisce al whisky un forte sentore di affumicato e di legno, con note di miele, vaniglia e spezie dolci. Ottimo se consumato dopocena al posto dell’amaro. Perfetto inoltre come base per cocktail (come The Golden Drum).

2 – Dalwhinnie 15 Anni Single Malt Scotch Whisky, 700 ml

Si tratta di un classico tra i whisky single malt scotch. Si tratta di un whisky dal sapore puro e fresco, prodotto con acqua di un lago a più di 600 metri di altezza. Dopo la fermentazione viene invecchiato in botti di quercia. Il gusto è particolarmente dolciastro con chiare note di cannella, noce moscata e caramello. ottimo servito liscio o, al massimo, on the rocks.

3 – Aultmore Scotch Whisky Single Malt Speyside 12 Anni, 700 ml

Si tratta di un whisky scozzese dal colore limpidissimo e chiaro, con luminosi riflessi d’oro. All’olfatto sono ben percettibili le note di erba selvatica, pera, muschio e mela, mentre al gusto si percepiscono chiaramente i sentori del muschio addolcito dalla vaniglia. Ottimo da consumare come digestivo dopo cena o come base per cocktail (come Foggie Moss Julep).

4- Aberlour 12Y Single Malt Scotch, 700 ml

Prodotto da una distilleria fondata nel 1879, questo whisky possiede un carattere fresco e vivace. All’aspetto si presenta ambrato con riflessi rubini; all’olfatto è invece particolarmente morbido e rotondo con note di mela rossa mentre al gusto appare dotato di un ottimo equilibrio tra le note dello sherry e quelle più dolci del cioccolato, del toffee, della cannella e dello zenzero.

5 – Riserva d’oro di Cardhu

Infine segnaliamo questo whisky scozzese dal colore ambrato e intenso. Si tratta di un whisky particolarmente apprezzato per il suo aroma floreale (tra cui spiccano i sentori della mela e del biscotto) e per il retrogusto avvolgendo di affumicatura che rimane piuttosto morbido sul palato. Ottimo servito liscio.  

Migliori whisky commerciali sotto i 100 euro

SE invece siete alla ricerca di un whisky commerciale, che potete reperire facilmente anche al reparto alcolici di un supermercato, per intenderci, allora vi consigliamo i migliori del 2022, che, hanno anche dei prezzi piuttosto buoni, rimanendo al di sotto dei 100 euro.

1 – Johnnie Walker Green Label Blended Malt Scotch Whisky, 700 ml

Questo whisky è realizzato con cereali provenienti dallo Speyside, invecchiati per almeno 15 anni. Il whisky presenta un ottimo equilibrio tra gli aromi di erba tagliata e frutta fresca, fumo di legno, vaniglia e sandalo. ottimo da gustare liscio o con ghiaccio.

2 – Bulleit Bourbon Whiskey Americano, 700 ml

Ispirato al bourbon, questo whisky viene prodotto miscelando mais e orzo, secondo una ricetta antica quanto segreta. Dal colore ambrato e dal gusto speziato ma dolce questo whisky è un buon prodotto commerciale che può essere consumato anche come base per i cocktail.

Sentiamo di dover inserire nella classifica anche alcuni whisky che abbiamo già inserito nelle classifiche precedenti poiché sono ottimi prodotti commerciali che vantano un rapporto qualità prezzo davvero notevole, come:

3 – I whisky prodotti dalla distilleria Talisker;

4 – Riserva d’oro di Cardhu;

5 – Aberfeldy Scotch Whisky Single Malt 12 Anni, 700 ml.

Migliori whisky economici sotto i 20 euro

Per chi invece si è avvicinato al mondo del whisky solamente di recente e gradualmente ne sta apprezzando aromi e sentori, consigliamo di cominciare da questi whisky che, tra le altre cose sono anche molto economici.

1 – Bushmills Black Bush, 70cl

Si tratta di un buon whisky irlandese (anche l’Irlanda vanta una grande tradizione nella produzione di whisky). Il whisky viene prodotto con un processo di tripla distillazione che conferisce un gusto vellutato. Il colore si presenta dorato intenso e il sapore fortemente aromatizzato con ricche note fruttate.

2 – Jameson Irish Whiskey, 700 ml

Dal colore ambrato intenso e dal gusto spiccatamente fruttato, questo whisky iralndese viene prodotto impiegando un lungo processo di tripla distillazione, dopodiché il whisky viene lasciato invecchiare in botti ex-bourbon ed ex-sherry per almeno tre anni.

3 – Jack Daniel’s Old No.7, 70 cl

Un whisky davvero molto famoso che potrebbe entrare di diritto anche tra i whisky più commerciali e reperibili del mercato. Si tratta di un whisky anche molto economico che tuttavia conserva intatta la qualità. Viene prodotto in America, attraverso un processo di distillazione goccia per goccia e maturate in botti artigianali. All’olfatto si apprezzano la vaniglia, il caramello e la nocciola mentre al gusto si percepiscono note di banana, frutta secca, liquirizia e zenzero.

4 – Four Roses Bourbon Whiskey, 700 ml

Concludiamo la classifica con un altro buon whisky americano. Il whisky è prodotto seguendo ancora un’antica ricetta che prevede di miscelare il mais con la segale e il malto. Una volta fermentato il whisky viene poi invecchiato per 5 anni botti di rovere bianco americano. Di aspetto ambrato, colpiscono all’olfatto le note di frutta, essenze floreali e miele, mentre al palato persiste una sensazione di fresco arricchita da  sentori di pera e mela.

Redazione Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.