Migliori ETF 2022: azionari, obbligazionari, ad accumulo, oro, green, Nasdaq e Cina

La sigla ETF sta per Exchanged-traded-fund e sta a indicare un capitale di rischio costituito dalla partecipazione azionaria di più soci. Cercare di stilare una raccolta dei migliori ETF del 2022 non è semplice: occorre infatti effettuare una ricerca approfondita e un’analisi dettagliata del mercato azionario attuale, confrontare indici di riferimento e comparare diversi valori, al fine di comprendere, innanzitutto, in quali Paesi gli investitori preferiscono esporsi. Ovviamente, poi, occorre tenere sempre presente che non esiste l’ETF migliore in assoluto, dal momento che ogni investitore ha la sua strategia e i suoi obiettivi prefissati. In questo articolo abbiamo cercato di raccogliere i migliori ETF in termini di esposizione e di affidabilità finanziaria, suddividendoli per mercato. Vediamo quindi quali sono i migliori ETF del 2022.

Migliori ETF azionari 2022

Per valutare i migliori ETF azionari su cui investire nel 2022è possibile individuare tre parametri di valutazione, che determinano il valore di un ETF azionario:

  • Dimensione (AUM);
  • Costo (TER);
  • Data di lancio.

I tre criteri, più in generale, sono anche utili per valutare l’affidabilità di qualsiasi tipo di ETF.

Stando a questi parametri, un fondo finanziario di grandi dimensioni (quindi con un indice AUM di grandi dimensioni), attira l’apprezzamento e quindi l’attenzione degli investitori, poiché si abbassa notevolmente il rischio di liquidazione; per quanto riguarda il costo, invece, un fondo che costa poco consente di beneficiare, proporzionalmente, di basse commissioni che quindi non intaccano la consistenza del profitto ottenuto; infine, se un ETF è stato lanciato sul mercato prima degli altri è possibile valutare il suo andamento “storico” e la capacità di replicare profitto.

In sostanza, un buon fondo azionario su cui investire dovrebbe essere: di grandi dimensioni, economico e storico. In poche parole se un fondo possiede tutti e tre i parametri di affidabilità, si tratta di un ETF sicuro e stabile su cui investire e trarre profitto. Decidere quindi di investire in ETF azionari significa accedere a un vero e proprio paniere azionario costituito da titoli finanziari su cui investire.

Come abbiamo visto, le azioni su cui orientarsi vengono scelte in base all’indice di performance, che a sua volta è valutato sulla base dei tre criteri – dimensione, costo, data – e sulle sue caratteristiche precise.

Quindi, decidere di investire su un ETF azionario, significa diventare azionista di tutte le imprese coinvolte nel paniere, le quali molto spesso sono tra le più influenti del mondo. Alla luce di quanto abbiamo visto, quindi, i migliori ETF azionari sono i seguenti.

Vanguard Total Stock Market

Si tratta di uno dei fondi azionari migliori per chi cerca di investire in un paniere azionario totalmente focalizzato sul mercato statunitense. Include anche le micro-cap – editor di circuiti elettronici e funge da simulatore analogico/digitale – ed è uno dei fondi a totale gestione passiva, il quale intende tracciare l’andamento dell’indice FTSE – All-World. Questo ETF è stato quotato nel 2019, il suo costo equivale allo 0,03% e il suo rendimento stimato sui 3 anni è pari a +56%.

Xtrackers MSCI World Energy

Si tratta di un ETF che cerca di replicare la performance dell’indice MSCI World il quale racchiude titoli azionari dei 27 paesi del mondo più sviluppati, consentendo un’esposizione sul mercato azionario globale pari all’85%. XTrackers è quotato in borsa dal 2014, il dollaro è la sua valuta ed è particolarmente stabile poiché il suo indice viene ricalibrato ogni 3 mesi. Il suo costo annuo è di 0,19%.

iShares Core S&P 500 UCITS

Questo paniere di titoli azionari intende replicare l’indice – indice S&P 500 – di 500 società statunitensi ad alta capitalizzazione e appartenenti tutte al settore energetico. Pur essendo particolarmente remunerativo, tuttavia può presentare un rischio, quello della mancata diversificazione di mercato, data la sua esposizione in un solo paese.

Migliori ETF obbligazionari 2022

Le obbligazioni, invece, sono dei titoli caratterizzati dal reddito fisso e per questo motivo comprendono sia i titoli di Stato che le obbligazioni vere e proprie. A differenza delle azioni, con le obbligazioni il guadagno è garantito dai tassi di interesse. Per questo motivo, gli ETF obbligazionari si collegano a una certa tipologia di obbligazioni: sono molto stabili e (generalmente) non sono soggetti a speculazione, inoltre sono particolarmente indicati per depositare liquidità, proprio perché sono esponenzialmente più stabili di altre tipologie di ETF.

Attualmente i migliori ETF obbligazionari su cui investire sono i seguenti.

ETF Lyxor Euro Government Bond 1-3Y (DR) UCITS ETF

Si tratta di un paniere di investimento in titoli di Stato europei. L’indice di replica è rappresentato dall’Euro Treasury 50bn 1-3 Year Bond. La sua affidabilità è costituita dalla validità delle sue obbligazioni che hanno una durata massima di 3 anni. La sua valuta è l’euro e i dividendi sono reinvestiti nel fondo stesso e il suo indice annuo di spesa è pari allo 0,17%.

Xtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged

Si tratta di un fondo a gestione completamente passiva con focus di investimento globale. L’indice che il fondo tenta di replicare è FTSE World Government Bond – DevelopedMarkets (EUR Hedged), basato sulle obbligazioni governative dei paesi più sviluppati del mondo. La spesa annua di questo paniere obbligazionario è pari allo 0,25%.

SPDR Bloomberg Barclays EmergingMarkets Local Bond UCITS ETF

Questo fondo replica lo stesso indice di riferimento del fondo XTrackers II, ma investe sulla fetta del mercato occupato dalle economie emergenti. L’indice replicato coinvolge inoltre le obbligazioni a debito con valuta locale. A differenza degli altri due fondi, in questo caso i dividendi non vengono reinvestiti nel fondo stesso, ma distribuiti tra gli investitori. La spesa complessiva annuale ammonta allo 0,55%.

Migliori ETF ad accumulo del 2022

Gli ETF ad accumulo (o ad accumulazione), invece, funzionano così: l’investitore che detiene gli ETF ad accumulazione beneficia dal reinvestimento costante dei dividendi e dal loro costante apprezzamento nel tempo. Pertanto, chi sceglie di investire in ETF ad accumulo lo fa con il preciso intento di creare un Piano d’Accumulo del Capitale, basandosi su ETF che storicamente hanno dimostrato una buona performance. Inoltre, in un fondo ad accumulazione i dividendi vengono reinvestiti nel fondo stesso e non distribuiti tra gli investitori (come invece avviene per i fondi a distribuzione, appunto). Tra i migliori ETF ad accumulo vi sono, in questo momento, i seguenti.

iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (il più grande); ha una gestione di 40 miliardi di dollari e un costo di gestione annuo paro allo 0,20%;

Lyxor Core MSCI World (DR) UCITS ETF (il più economico); si tratta di un fondo che ha in gestione oltre 1 miliardo di dollari e un costo di gestione annuo dello 0,12% . Si tratta di un ETF domiciliato, dall’anno della sua fondazione, il 2018, in Lussemburgo;

Xtrackers MSCI World Swap UCITS ETF 1C (il più datato); la sua quotazione risale al 2006 e ha un costo annuo pari allo 0,45%;

Se si decide di investire in ETF ad accumulo è bene sapere che l’esposizione maggiore sarà sul mercato americano, mentre se si sceglie di investire in ETF con indice di replica MSCI World, l’esposizione sarà geograficamente più diversificata e coinvolgerà i mercati di Paesi emergenti ed europei.

Migliori ETF oro 2022

Per comprendere al meglio quali siano i migliori ETF oro su cui investire è opportuno comprendere, brevemente, quali siano i migliori indici che essi intendono andare a replicare:

  • MVIS Global Junior Gold Miners Index che monitora l’andamento delle società che investono capitali nel settore dell’estrazione dell’oro;
  • DAXglobal Gold Miners Index che intende replicare l’andamento di aziende impegnate a livello globale nell’estrazione dell’oro;
  • NYSE Arca Gold Miners Index indice che intende misurare che misura le performance di società dedite all’estrazione dell’oro e che sono anche quotate in borsa.

Compresi gli indici principali di riferimento, i migliori ETF oro del 2022 sono i seguenti.

VanEckVectors Junior Gold Miners UCITS

Nato nel 2015 come fondo di investimento sull’oro in dollari americani, è un paniere d’investimento di media grandezza che replica l’indice MVIS Global Junior Gold Miners Index. Si tratta di un fondo a replica fisica totale con una politica ad accumulazione. Il costo annuo è pari allo 0,55%.

L&G Gold Mining UCITS ETF

Il fondo è mediamente grande e investe in oro e argento. L’andamento replicato è quello dell’indice DAXglobal Gold Miners Index e la replica è a modalità sintetica e non fisica. La valuta di riferimento è il dollaro e il suo costo di gestione annuale è dello 0,65%.

VanEckVectors Gold Miners UCITS ETF

Questo fondo, che cerca di replicare l’indice di riferimento NYSE Arca Gold Miners Index, è un fondo a replica fisica totale con una linea politica di accumulazione. Tra i tre analizzati è decisamente il più grande (con 600 milioni di denaro investiti) e la sua valuta è il dollaro. Il costo di gestione annuo è pari allo 0,53%, ma nel 2020 il suo costo è letteralmente schizzato al 12,69%.

Migliori ETF green ed energie rinnovabili

Sicuramente uno dei migliori settori su cui investire in questo momento storico è quello delle energie rinnovabili. Tenendo presenti tutte le peculiarità degli ETF analizzate finora  a questo momento, è possibile individuare i migliori ETF green.

Invesco Solar

Si tratta del migliore fondo in assoluto, basta guardare la sua performance nel 2020 che è stata del +234%, una valore davvero elevatissimo. Questa alta percentuale di rendimento ha attirato l’attenzione di moltissimi investitori che hanno al loro volta deciso di essere coinvolti. La sua composizione è formata da aziende americane del settore tecnologico, ma anche da aziende cinesi che detengono le utility.

Lyxor Green Bond

Si tratta di un ETF quotato presso l’Euronext di Parigi. Il fondo ha un’eccellente stabilità è questo lo rende particolarmente interessante per gli investitori, la sua volatilità è infatti inferiore al 4%, mentre la composizione è data da obbligazioni statali (e societarie) europee.

iShares Global Clean Energy

Uno dei migliori fondi d’investimento soprattutto per quanto concerne le energie rinnovabili. La sua composizione è basata quasi esclusivamente da aziende statunitensi impegnate nel settore delle utility.

Migliori ETF Nasdaq 2022

Gli ETF NASDAQ sono fondi di investimento che come si può facilmente intuire replicano l’andamento NASDAQ, la principale borsa a livello globale. Gli investitori che scelgono di investire in questo tipo di fondi, scelgono di esporsi sul mercato della tecnologia americana. I migliori ETF NASDAQ sono i seguenti.

ETF iShares NASDAQ 100

Uno dei migliori ETF si sempre, che replica l’andamento dell’indice omonimo, offrendo un’esposizione su maggiori titoli non finanziari quotati in borsa. Fanno parte del gruppo società appartenenti ai seguenti settori: hardware, software, telecomunicazioni, biotecnologie.

ETF Lyxor ETF NASDAQ 100

Questo fondo mira a replicare l’andamento dell’indice NASDAQ 100 National Net Total Return Index. Questo indice è composto da 100 principali titoli azionari non finanziari, quotati in borsa secondo la loro capitalizzazione.

ETF Amundi Nasdaq 100

Anche in questo caso, si tratta di un fondo che replica l’indice NASDAQ 100, tanto al rialzo quanto al ribasso. Pertanto chi deciderà di investire in questo fondo potrà, con un solo asset finanziario, esporsi sui tanti titoli ad esso collegati.

Migliori ETF Cina 2022

Infine, uno dei mercati più gettonati nel settore finanziario, su cui tantissimi investitori stanno puntando, è quello cinese. Quello della Cina è un mercato amplissimo e recente che consente agli investitori di diversificare la propria strategia di investimento, abbattendo molto il rischio di liquidazione. Tra i migliori ETF cinesi su cui investire, ad oggi, troviamo i seguenti, suddivisi per tipologia.

Accumulazione

Xtrackers CSI 300 Swap UCITS ETF 1C

Si tratta di un fondo esposto sui beni di consumo e di prima necessità. Si tratta inoltre di un fondo senza copertura valutaria e con un costo di gestione pari allo 0,50% annuo.

Xtrackers MSCI China UCITS ETF 1C

Il mercato su cui il fondo si è esposto è quello dei beni chiamati voluttuari: comunicazione, finanza e salute. La sua valuta è il dollaro e la commissione annua è pari allo 0,65%.

Distribuzione

Xtrackers Harvest CSI 300 UCITS ETF 1D

Si tratta di uno tra i primissimi ETF cinesi di questa tipologia e questo garantisce una buona valutazione storica del suo andamento. Anche in questo caso la sua commissione annua ammonta a 0,65% ei mercati su cui è maggiormente esposto sono quelli dei beni di consumo cinesi e finanziari

HSBC MSCI China UCITS ETF USD

Si tratta di un fondo che replica fisicamente l’andamento dell’indice di riferimento (MSCI China). Il fondo ha un costo di gestione annuo pari allo 0,30%, molto basso rispetto ai precedenti, con una distribuzione semestrale delle cedole.

In conclusione, il panorama degli investimenti ETF è davvero variegato e presenta possibilità molteplici per tutti coloro che desiderano aprirsi a questa forma di investimento. Tuttavia, occorre tenere in considerazione che non esistono ETF migliori in termini assoluti, ma ETF che si adeguano alla strategia d’investimento che ogni investitore deciderà di attuare.

Redazione Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.