Migliori Monitor Gaming 2020: 4K, economici e professionali

Le console e i PC da gaming hanno fatto di passi da gigante negli ultimi tempi: la grafica ha raggiunto dei livelli impensabili solo fino a qualche tempo fa, ma è ovvio che per poter godere al massimo di questi splendidi effetti è necessario poterli vedere su un bello schermo Per questo è importante sapere quali sono i migliori monitor da gaming del 2020: cerchiamo di capire come individuare il monitor che fa per noi e vediamo quali sono le migliori soluzioni attualmente disponibili sul mercato sia tra quelli professionali che tra quelli economici, dedicando uno spazio a parte anche agli schermi 4K.

Monitor da gaming: come scegliere i migliori del 2020

Riuscire a capire quali sono i migliori monitore da gaming in assoluto non è affatto semplice: ci sono una marea di aspetti tecnici da prendere in considerazione al momento della scelta e poi bisogna tenere a mente anche quelle che sono le esigenze del videogiocatore (non tutti i videogames richiedono degli schermi in grado di fornire performance sbalorditive) e le sue possibilità economiche. Ma iniziamo a vedere quali sono le caratteristiche che devono essere assolutamente considerate quando si decide di acquistare un monitor da gaming:

  • le dimensioni: sembra scontato dirlo, ma in questo caso le dimensioni contano! Uno schermo più grande consente di vivere un’esperienza di gioco più completa e coinvolgente (avendo praticamente tutto il campo visivo occupato dallo schermo, il player si sentirà più immerso nello scenario del gioco), ma è anche vero che bisogna fare i conti con le dimensioni della propria scrivania e con il budget a disposizione, visto che i monitor grandi di solito sono più costosi;
  • le proporzioni, ovvero il rapporto tra la larghezza e l’altezza del display. I monitor più datati avevano un ormai superato formato 4:3, mentre tra quelli più moderni il formato più diffuso è il 16:9. Ma ci sono anche giocatori che preferiscono i cosiddetti monitor UltraWide, con proporzioni che offrono una visione più ampia: il formato 21:9 è uno dei più gettonati;
  • la risoluzione: è una delle specifiche tecniche a cui i gamer danno più importanza ed hanno ragione;  più sono alti i numeri di questo e più alta sarà la nitidezza dell’immagine. Ormai il Full HD (1920 X 10880) viene considerato lo standard minimo, visto che i grandi giocatori preferiscono risoluzioni più elevato come il WQHD (2560 X 1400) e addirittura il 4K (3840 X 2160). Ricordiamoci sempre che per sfruttare al meglio monitor così performanti è necessario avere una scheda grafica all’altezza;
  • la frequenza di aggiornamento: questo dato indica la fluidità delle immagini sullo schermo, visto che un’alta frequenza corrisponde ad un alto numero di fotogrammi per secondo supportati. La frequenza più comune è quella a 60 Hz, ma nei migliori monitor da gaming questo dato sale fino a 200 Hz;
  • il tempo di risposta: per avere un’azione fluida e veloce è necessario che il monitor abbia un ritardo bassissimo, praticamente nullo. Chi gioca a livello competitivo deve dare molta importanza a questo aspetto, misurato in millisecondi: per i monitore TN si può arrivare fino ad un tempo di risposta di solo 1 ms, mentre per i monitor IPS (In-Plane Switching) il numero è di solito un po’ più alto.
  • Il tipo di pannello: ne esistono di diversi tipi; abbiamo già citato i monitor TN (Twisted Nematic) dicendo che hanno i migliori tempi di risposta: questo è vero, e sono anche i più economici, però bisogna dire anche che non offrono degli angoli di visuale particoalrmente grandi. I monitor IPS hanno tempi di risposta leggermente più elevati, ma offrono migliori risultati in termini di angolo di visuale e riproduzione dei colori. Infine ci sono i pannelli VA (vertical Alignment), che anche se probabilmente non sono la scelta più ideale per il gaming, sono molto versatili e sono la soluzione più diffusa negli schermi curvi;
  • l’angolo di visione: questo numero esprime da quale angolo si può guardare lo schermo e riuscire a distinguere ancora in modo chiaro le immagini che vi sono trasmesse; più questo numero si avvicina a 180 e più ampio sarà l’angolo di visione. Per il gamer che si trova posizionato perfettamente al centro dello schermo questo dato ha un’importanza relativa, mentre diventa fondamentale per chi deve guardare il monitor trovandosi leggermente defilato su un lato oppure se deve guardare il display dall’alto o dal basso.

I migliori monitor da gaming 4K 2020

Cominciamo a cercare di capire quali sono i migliori monitor da gaming del 2020 delle varie categorie. Per quanto riguarda gli schermi con risoluzione 4K il titolo può essere assegnato al modello ASUS ROG Swift PG27UQ; i videogiocatori che vogliono il massimo con questo monitor vanno sul sicuro e basta dare un’occhiata ai suoi dati tecnici per capire il perché:

  • tipo di pannello: IPS
  • dimensione dello schermo in pollici: 27
  • risoluzione massima: 3840 X 2160 px
  • refresh rate: 120 Hz (144 Hz con OC)
  • tempo di risposta: 4 ms

Il monitor giusto per chi vuole il meglio del mercato, soprattutto per chi ha una scheda grafica GeForce di Nvidia di alta fascia visto che parliamo di un modello che supporta la tecnologia G-Sync. L’unico difetto, se così si può dire, è il prezzo: non parliamo di uno schermo adatto a tutte le tasche, visto che il suo prezzo è superiore ai 2.100 euro.

Sul mercato per si possono trovare tanti altri modelli di monitor 4K a prezzi più accessibili; chi vuole un ottimo compromesso ed è alla ricerca di uno schermo di qualità che pur non essendo studiato per il gaming più spinto è in grado di fornire buonissime prestazioni in vari usi potrebbe optare per il Samsung U28E590D. Ecco i principali dati della sua scheda tecnica:

  • tipo di pannello: TN
  • dimensione dello schermo in pollici: 28
  • risoluzione massima: 3840 X 2160 px
  • refresh rate: 60 Hz
  • tempo di risposta: 1 ms

La marca non si discute: Samsung è uno dei nomi più importanti in questo settore; le caratteristiche tecniche, la buona fattura, la presenza di vari ingressi (tra cui una Displayport e due HDMI), il prezzo accessibile e le generose dimensioni lo hanno reso uno dei modelli 4K più popolari ed apprezzati. Discreto per giocare, ottimo per a visione dei contenuti multimediali, fantastico per lavorare con più finestre aperte. Il costo? Con meno di 220 euro è possibile portarlo a casa.

I migliori monitor da gaming economici 2020

È difficile riuscire a dire con certezza quali sono i migliori monitor da gaming economici: molto infatti dipende da cosa si intende con il termine economici. Qual è l’importo massimo entro il quale uno schermo può essere considerato economico? Per chi vuole rimanere tra i 100 e i 150 euro di spesa possiamo consigliare il modello Asus VS248HR Gaming Monitor; queste sono le sue caratteristiche principali:

  • tipo di pannello: TN
  • dimensione dello schermo in pollici: 24
  • risoluzione massima: 1920 X 1080 px (FHD)
  • refresh rate: 75 Hz
  • tempo di risposta: 1 ms

Non stiamo parlando di sicuro di un monitor dedicato ai giocatori professionisti, ma si fa comunque apprezzare soprattutto per chi preferisce i videogames in cui la reattività è più importante della resa grafica. Ci sono diversi piccoli difetti (consideriamo anche che non si tratta di un ultimo modello), ma il prezzo è decisamente interessante: si può trovare anche a 120 euro.

Se si vuole qualcosa di meglio bisogna necessariamente spendere un po’ di più; se il budget non può superare i 300 euro, una delle migliori soluzioni è senza dubbio il modello AOG G2790PX; ecco la sua scheda tecnica in sintesi:

  • tipo di pannello: TN
  • dimensione dello schermo in pollici: 27
  • risoluzione massima: 1920 X 1080 px (FHD)
  • refresh rate: 144 Hz
  • tempo di risposta: 1 ms

L’ottimo tempo di risposta permette di avere un gaming sempre reattivo, è presente la tecnologia FreeSync. Un altro punto a favore è rappresentato dalla presenza di una buona coppia di speaker. Interessante il parco di interfacce, costituito da una porta VGA, due DisplayPort e un ingresso HDMI, a cui si aggiungono quattro USB 3.0. Questo modello si può trovare a circa 290 euro.

Se si possono aggiungere altri cento euro al budget (anche se obiettivamente si fa un po’ di fatica ad inserire un prodotto da 400 euro nella fascia dei monitor economici) si può prendere in considerazione il modello Samsung C27FG73, un monitor VA con schermo curvo le cui caratteristiche principali sono:

  • tipo di pannello: VA
  • dimensione dello schermo in pollici: 27 (curvo)
  • risoluzione massima: 1920 X 1080 px (FHD)
  • refresh rate: 144 Hz
  • tempo di risposta: 1 ms

Il monitor curvo permette di immergersi nell’ambiente di gioco per un’esperienza ancora più coinvolgente; i bassissimi tempi di risposta, la buona frequenza di aggiornamento, la tecnologia FreeSync e i contrasti resi al meglio sono gli aspetti più positivi di questo schermo. Il prezzo, come detto, sfiora i 400 euro, ma cercando bene si può trovare anche a meno di 300 euro.

I migliori monitor da gaming professionali 2020

Chiudiamo questa piccola panoramica parlando dei migliori monitori da gaming professionali di questo 2020. Si tratta di articoli che non sono alla portata di tutti sia per il prezzo sia perché per gestirli in genere servono computer particolarmente potenti (proprio come i migliori computer da gaming). Chi non si accontenta dei soliti schermi da misure “umane” sicuramente non può che restare affascinato dalla grandezza del Samsung CRG9, un mostro da 49 pollici che con il suo formato 32:9 rientra nella categoria degli ultrawide. Queste le sue caratteristiche:

  • tipo di pannello: VA
  • dimensione dello schermo in pollici: 49 (curvo)
  • risoluzione massima: 5120 X 1440 px
  • refresh rate: 120 Hz
  • tempo di risposta: 4 ms

La grandezza del display non sarebbe sufficiente a farlo entrare nell’elenco dei migliori monito da gaming professionali: il fatto è che si tratta di un prodotto completo; è HDR, ha un design piacevole e un ottimo angolo di visione (178° H e 178° V). Il prezzo si aggira tra gli 800 e i 900 euro.

Merita una menzione anche il BenQ Zowie XL2540, un monitor pensato per il gioco competitivo sia per quanto riguarda le scelte tecniche (meno effetti luminosi, ma tempo di risposta e velocità di aggiornamento imbattibili) che per quanto riguarda l’aspetto estetico, con la presenza dello Shield che consente di concentrarsi maggiormente sul gioco, nascondendo le possibili distrazioni. Ecco i soliti dati tecnici:

  • tipo di pannello: TN
  • dimensione dello schermo in pollici: 24,5
  • risoluzione massima: 1920 X 1080 px (FHD)
  • refresh rate: 240 Hz
  • tempo di risposta: 1 ms

La presenza dello S Switch che consente di controllare la gestione dei tanti preset visivi e delle impostazioni personalizzate rappresenta un’ottima soluzione. Il formato è quello classico da 16:9 e l’angolo di visione è un buon 170° V e 160° H. IL costo di questo monitor si aggira intorno ai 400 euro.

Redazione Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *