Migliori Hosting 2020: italiani, per WordPress, gratuiti e condivisi

Per aprire un sito web, innanzitutto bisogna procurarsi uno “spazio” nella Rete e questo avviene mediante gli hosting. Un hosting altro non è che uno spazio nel web dove poter costruire la propria pagina o il proprio blog e renderlo visibile agli altri utenti. In un hosting si possono inserire dei file e dei documenti per renderli visibili ad altri utenti sul web.

La scelta del giusto hosting può essere molto difficile, poiché ci sono aziende online che non offrono buoni servizi, nonostante pubblicità esagerate. È importante capire quali siano le proprie esigenze per ricercare il giusto hosting che faccia al caso nostro.

Partiamo dal presupposto che esistono diversi tipi di hosting, con caratteristiche diverse e che si adattano a diversi tipi di progetti. Ad esempio c’è l’hosting condiviso, che è anche quello più comune e usato sul web; questo tipo di hosting condivide lo spazio con altri siti web e, infatti, si tratta di uno degli hosting più economici sul mercato. Si tratta di un hosting con possibilità limitate, ma è perfetto per gli utenti che non richiedono grosse prestazioni, come nel caso di blog personali, siti web per aziende o personali.

Poi, esiste l’hosting dedicato, uno degli hosting più costosi sul mercato, ma anche quello con possibilità più elevate da sfruttare. A differenza dell’hosting condiviso, l’hosting dedicato non condivide lo spazio con altri siti web, ma richiede anche delle conoscenze particolari da parte dell’utente, oltre ad una manutenzione più accurata.

Infine c’è l’hosting VPS (Virtual Private Server), un tipo di hosting che si avvicina molto alla modalità dell’hosting condiviso, ma che dispone di un software privato virtuale, che permette di avere delle risorse molto simili all’hosting dedicato. 

Fatta una panoramica veloce sulle tipologie più comuni di hosting che si trovano sul web, vediamo quali sono i migliori hosting italiani, i migliori hosting per WordPress, i migliori hosting gratuiti e i migliori hosting condivisi.

Migliori hosting italiani 2020

La maggior parte degli utenti che si costruiscono uno spazio sul web utilizza hosting stranieri, ma anche gli hosting italiani possono dare delle buone prestazioni e ce ne sono alcuni che fanno molta concorrenza agli altri. Scegliere un hosting italiano significa anche scegliere un hosting con una guida e delle istruzioni in lingua italiana e questo ne facilità sicuramente l’utilizzo. Un buon hosting si valuta secondo la sua velocità, secondo il fattore sicurezza (quindi sia per quanto riguarda la facilità di fare dei back-up e sia per quanto riguarda la difesa contro gli attacchi da virus e malware) e ovviamente il suo rapporto qualità prezzo.

Vediamo quindi quali sono i migliori hosting italiani.

VHosting

Tra i migliori hosting italiani troviamo VHosting, un hosting nato nel 2009 a Palermo. Parliamo di un hosting che offre uno spazio sul web molto veloce e intuitivo, con molti servizi utili agli utenti.

Sono numerosi i servizi offerti da questo hosting, che variano a seconda del tipo di utilizzo che si vuole fare dello spazio web e del costo. Tra i servizi offerti, troviamo la registrazione dei domini, la possibilità di scegliere tra un hosting condiviso e un hosting dedicato, dei server dedicati, posta elettronica certificata (PEC), data storage e un hosting reseller.

VHosting usa le ultime tecnologie disponibili sul mercato per i suoi server e si tratta di un hosting in continuo aggiornamento. Tra le tecnologie usate da questo hosting troviamo: i dischi ssd (dischi allo stato solido, più veloci dei soliti hard disk), memcached, un acceleratore web http, Apache come web server, un supporto Cloudfare e un PHP Multi Versione.

Sono numerosi i vantaggi legati a questo hosting, soprattutto per la creazione di piani ottimizzati a poco prezzo. Si tratta di un hosting perfetto per chi vuole utilizzare WordPress, ma anche Joomia, Magento e Prestashop.

Ma il vero vantaggio di questo hosting sta nel suo rapporto qualità prezzo. I prezzi ovviamente variano a seconda dei servizi acquistati che verranno utilizzati dall’utente e che possono essere modificati e ampliati anche in corso d’opera. Ad esempio, il costo di un hosting condiviso è di 25 euro l’anno (un prezzo molto concorrenziale visti gli altri hosting) e di 38 euro all’anno per servizi più elevati, come i server dedicati.

Chi l’ha provato, è rimasto visibilmente colpito dalla sua velocità e dalla vasta gamma di servizi offerti.

Serverplan

Un altro hosting italiano con molte potenzialità è Serverplan, nato nel 2002. Si tratta di un hosting che utilizza delle tecnologie avanzate e all’avanguardia, supportate da un ottimo sistema di sicurezza e di vigilanza.

Tra i servizi offerti da questo hosting possiamo trovare WordPress, con la possibilità di usufruire di diversi pacchetti con caratteristiche e prezzi diversi: lo Starterkit al costo di 24 euro l’anno; lo Startup al costo di 69 euro l’anno; l’Enterprise al costo di 129 euro l’anno; l’Enterprise Plus, al costo di 210 euro l’anno. In tutti i pacchetti troviamo un dominio, la possibilità di fare un backup al giorno e un certificato. Inoltre, bisogna evidenziare che i costi dell’hosting Serverplan sono bloccati da anni, così gli utenti non dovranno affrontare alcun sovrapprezzo.

Un altro servizio offerto da Serverplan è la Posta Elettronica Certificata (PEC), un servizio ormai indispensabile, che ha un costo di 9 euro all’anno, più il costo dell’IVA e con un GB di spazio disponibile per l’archiviazione. In alternativa è disponibile anche il Dominio Certificato, per poter associare la mail certificata al dominio o al sottodominio (si tratta di un’opzione molto utilizzata dalle aziende).

Un altro punto a favore di questo hosting italiano è il centro assistenza, che è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Kaliweb

Un altro hosting italiano molto valido è Kaliweb.

Kaliweb mette a disposizione piani con Linux, Windows, VPS, Cloud e hosting più specifici come WordPress, Joomla, Prestashop e Magento.

Ci sono diversi pacchetti a disposizione, che variano a seconda del prezzo e dei servizi offerti: abbiamo il KeliUser con 2 GB di spazio web e 10 caselle mail, al costo di 19,90 euro; abbiamo il KeliPro con 4 GB di spazio web e 50 caselle mail, al costo di 39 euro; abbiamo il KeliCMS con 10 GB di spazio web e caselle mail illimitate, al costo di 59 euro; infine, c’è il KeliSSL con 50 GB di spazio web e caselle mail illimitate, al costo di 199 euro; tutti i pacchetti prevedono un dominio gratuito per sempre.

Ovviamente la scelta del pacchetto varia a seconda delle proprie esigenze: per chi è un principiante è consigliato il KeliUser, mentre per chi ha più dimestichezza, il KeliSSL è molto utile per i servizi offerti.

Tra i vantaggi di questo hosting c’è la possibilità di usufruire di una banda sempre illimitata (così da non avere problemi di connessione) e la possibilità di usare fin da subito il servizio, essendo un accesso automatico, attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Un altro vantaggio, così come per l’hosting Serverplan, è la possibilità di avere un’assistenza clienti sempre attiva, per poter aiutare nei momenti più difficili o in caso di difficoltà tecniche.

Migliori hosting per siti in WordPress 2020

Sempre più spesso vengono aperti blog sul web e lo strumento più adatto per farlo è sicuramente WordPress.

WordPress è una piattaforma di software che permette la creazione e la distribuzione di contenuti sul web, sia in modalità testuale che in modalità multimediale.

Tra le caratteristiche che deve avere un hosting per WordPress c’è sicuramente la possibilità di fare spesso dei back-up, poiché WordPress è spesso vittima di hacker e avere un database potente, che riesca a conservare i contenuti, potendoli anche modificare, eliminare o spostare.

Detto questo, vediamo quali sono i migliori hosting per siti in WordPress 2020.

Siteground

Siteground è sicuramente uno dei migliori hosting presenti sul mercato, grazie ai servizi offerti e alla tecnologia usata. Tra i suoi servizi troviamo: il certificato Let’sEncrypt SSL gratuito, l’uso di dischi SSD, un dominio incluso e assolutamente gratuito, il trasferimento gratuito del vecchio sito sul nuovo hosting, un’assistenza clienti disponibile 24 ore su 24 e la possibilità di avere un rimborso entro 30 giorni.

Basandosi anche sulle opinioni trovate in Rete, Sitegroud risulta uno dei migliori hosting per WordPress (lo stesso WordPress consiglia gli utenti di utilizzare l’hosting Siteground). Uno dei maggiori vantaggi è sicuramente la presenza del SuperCacher, che promette di velocizzare i tempi del caricamento del sito fino a quattro volte di più.

Si tratta di un hosting indirizzato soprattutto a chi è alle prime armi, essendoci dei plug-in molto intuitivi che permettono all’utente di aggiungere o di togliere le funzionalità di cui ha bisogno. Oltretutto, Siteground offre dei pacchetti pensati proprio per WordPress: il pacchetto StartUp al costo di 5,99 euro al mese, il pacchetto GrowBig, al costo di 9,99 euro al mese e il pacchetto GoGeek, al prezzo di 13,99 euro al mese. Gli ultimi due pacchetti permettono di avere siti web multipli con tanto spazio web (il primo offre 20 GB, il secondo 40 GB) e soprattutto si adattano a grandi numeri per le visite: il pacchetto GoGeek, ad esempio, può comprendere fino a 100’000 visite al mese.

Un’altra caratteristica da non sottovalutare è il livello di sicurezza: SiteGround, infatti, offre aggiornamenti automatici del sito, senza perderne mai il controllo.

Xlogic

Xlogic è un hosting italiano, nato nel 2011, perfetto per WordPress. In ogni pacchetto possiamo trovare un pannello per la gestione dello spazio sul web, dei dischi SSD, un CloudLinux (ovvero un sistema operativo che cerca di eliminare i rallentamenti da parte dei singoli per l’intero sito), un certificato SSL e il Site Builder (utile per creare le pagine web in maniera rapida). Tra i servizi offerti troviamo la Posta Elettronica Certificata (PEC) e utilizzarla per il proprio dominio o sottodominio, oppure utilizzare un dominio di Xlogic.

Ma è con WordPress che l’hosting Xlogic dà il meglio di sé, perché agisce in maniera automatica su diversi fattori, come la creazione di un sito web, l’installazione stessa di WordPress, il trasferimento di un sito WordPress e la configurazione dei plug-in di base.

Xlogic mette a disposizione 4 diversi tipi di pacchetti: il pacchetto WP01 al costo di 64 euro l’anno; il pacchetto WP02 al costo di 84 euro l’anno; il pacchetto WP03 al costo di 104 euro l’anno; il pacchetto WP04, al costo di 164 euro l’anno. Il primo piano è pensato per i principianti e per siti che non superano le 10’000 visite al mese, mentre gli altri tre pacchetti permettono di avere più domini.

Bluehost

Anche Bluehost, così come Siteground, è un hosting consigliato dallo stesso WordPress e ciò ne certifica la qualità. Tra i servizi offerti troviamo la certificazione SSL Let’sEnscrypt, un pannello controllo esplicativo, un dominio, la possibilità di avere back-up giornalieri (che permettono di ripristinare il sito in breve tempo, in caso di attacchi da parte di hacker) e addirittura un buono da 100 dollari da poter utilizzare nelle campagne di Google ADS e Microsoft Advertising.

Altri servizi offerti da questo hosting sono i seguenti: siti illimitati, spazio SSD illimitato, possibilità di traffico illimitato, domini e sottodomini illimitati e una casella email illimitata con annesso filtro anti spam.

Si tratta di un hosting perfetto per l’utilizzo di WordPress data la sua facilità di utilizzo (anche per gli utenti più principianti) e data la presenza di un pannello che permette di gestire facilmente tutto ciò che riguarda la SEO, i social e le mail, oltre ad avere aggiornamenti automatici sulla piattaforma.

Migliori hosting gratuiti 2020

Soprattutto i principianti e chi è alle prime armi richiedono un hosting gratuito, così da poter aprire un blog o una pagina sul web e non dover pagare nulla. Sicuramente si tratta di hosting con un numero minore di servizi rispetto agli hosting a pagamento, ma danno comunque la possibilità di iniziare un blog sul web.

Vediamo quindi quali sono i migliori hosting gratuiti 2020.

Netsons

Tra i migliori hosting gratuiti troviamo Netsons, uno degli hosting più conosciuti e usati dagli utenti. Si tratta di un hosting molto intuitivo e facile da usare grazie al suo pannello di controllo semplificato, adatto anche per chi è alle prime armi.

Netsons è un hosting perfetto per i principianti che vogliono aprire un sito web e nella sua offerta (ovviamente gratuita) comprende un certificato d’identità, 1 GB di spazio Web e la possibilità di accedere al pannello FTP (una sorta di protocollo utile al trasferimento dei file).

Uno dei maggiori vantaggi è sicuramente la semplicità di utilizzo dei pannelli di controllo e lo stile minimale che permettono anche agli utenti più principianti di muoversi con libertà per costruire il proprio sito web.

Hostinger

Un altro hosting gratuito molto valido è Hostinger. Questo servizio di hosting permette agli utenti di creare un sito web personale con traffico e banda limitata, anche se le prestazioni sono piuttosto limitative, poiché abbiamo uno spazio di archiviazione di soli 2000 MB e una banda di soli 100 GB: ovviamente si tratta di valori sicuramente più bassi rispetto ai competitors, ma che sono assolutamente accettabili trattandosi di un hosting gratuito.

Il pannello di controllo presente è molto intuitivo e permette la configurazione delle mail e la possibilità di fare back-up al sito web. Tra i vantaggi troviamo sicuramente l’installazione automatica di WordPress, utile per la creazione di blog con contenuti testuali e multimediali. Un altro vantaggio molto apprezzato dagli utenti è la sua velocità, con un tempo di caricamento delle pagine pari ad 1,56 secondi.

Yola

Un altro hosting gratuito è Yola, un servizio hosting veloce e flessibile, utile per la creazione di siti web.

Tra i suoi vantaggi, oltre al fatto di essere gratuito, c’è la sua velocità: occorre meno di mezz’ora per creare il proprio sito web, oltre ad essere molto facile, poiché si può scegliere tra una serie di temi prestabiliti, oppure usarne un tema basico da poter personalizzare come si vuole.

È presente anche lo strumento di Hosting Cloud-based, che permette di dare un forte supporto al sito web, senza avere interruzioni, con la possibilità di fare continui back-up.

È disponibile anche una serie di tutorial per gli utenti alle prime armi, con risposte istantanee e aiuto tramite mail. È disponibile anche un’assistenza clientiche risponderà a tutte le richieste degli utenti.

Migliori hosting condivisi 2020

Come già detto, un hosting condiviso è un tipo di hosting in cui risiedono diversi siti sullo stesso server. In questo modo, i prezzi di manutenzione e di mantenimento sono più bassi, per questo l’hosting condiviso è sicuramente più economico rispetto agli altri tipi di hosting.

Vediamo allora quali sono i migliori hosting condivisi 2020.

Abbiamo già parlato di diversi hosting condivisi molto validi, come Siteground. Ma uno che non abbiamo ancora nominato è Chemicloud, un hosting molto veloce.

Innanzitutto ChemiCloud offre tre pacchetti diversi: il pacchetto Starter offre la certificazione SSL, uno spostamento gratuito del sito, banda illimitata e un dominio, al costo di 3,95 dollari al mese; il pacchetto Pro, offre 25 GB di archiviazione, protezione da tutti i malware e un supporto tecnico; il pacchetto Turbo offre 35 GB di archiviazione, supporto tecnico e protezione contro i malware.

Questo hosting offre la possibilità di avere un pannello di controllo molto intuitivo e semplice da usare, per potersi collegare a CMS e WordPress.

Un altro vantaggio molto importante è il suo servizio clienti e l’assistenza che segue l’utente e lo aiuta a risolvere i problemi in maniera efficace e molto esaustiva.

Un altro hosting condiviso molto valido è Tophost. Si tratta di un hosting affidabile, presente sul web dal 2004, che permette l’utilizzo e la creazione di siti web, tramite un pannello molto intuitivo e semplice da usare.

Tophost mette a disposizione dei clienti quattro pacchetti diversi, che variano a seconda del prezzo e dei servizi offerti. Il primo pacchetto è il Topname, che permette la registrazione del dominio, la protezione del brand, traffico illimitato, hosting da 1 GB, un account mail e ottime prestazioni per quanto riguarda la SEO, al costo di 5,99 euro più il costo dell’IVA all’anno; poi, c’è il pacchetto Topweb, con un dominio sempre gratuito, traffico illimitato, hosting da 20 GB, presenza di 4 database e 30 account mail, al costo di 14,99 euro all’anno più il costo dell’IVA ed è un hosting perfetto per chi è alle prime armi coi blog; poi c’è il pacchetto Topweb Plus, con un dominio sempre gratuito, traffico illimitato, terzi livelli illimitati, hosting da 30 GB, 6 database e 50 account mail, ad un costo di 17,99 euro all’anno, più il costo dell’IVA, un pacchetto che risulta perfetto per i blog professionali e che offre la possibilità di supportare WordPress, Joomla, Drupal ed e-commerce; infine, c’è il pacchetto Topweb Ultra, che offre un dominio sempre gratuito, traffico illimitato, terzi livelli illimitati, hosting da 50 GB, 6 database, 50 account mail, al costo di 44,99 euro all’anno, più il costo dell’IVA, adatto per i siti professionali e i portali molto visitati.

Il pacchetto Topweb è adatto a siti fino a 100’000 visite al mese, il pacchetto Topweb Plus è adatto per siti fino a 800.000 visite al mese e il pacchetto Topweb Ultra è adatto per siti fino a 5 milioni di visite al mese.

Col pacchetto Topweb Plus, come già detto, WordPress è già integrato, in questo modo non c’è bisogno di installarlo. Ma è possibile installare anche altri CMS, come Drupal, Joomla e vBulletin.

Come abbiamo visto anche dal listino prezzi, i costi sono piuttosto bassi rispetto alla media degli hosting. Questo è possibile perché Tophost è un hosting condiviso e per questo abbiamo costi di gestione più bassi, ma anche costi di marketing più bassi.

I prezzi sono contenuti anche per l’acquisto dei domini: l’acquisto del dominio avviene con prezzi molto bassi e con tempi di attesa molto contenuti. In caso si voglia acquistare un dominio con estensione IT o EU, il costo è di 5,99 euro l’anno più il costo dell’IVA; nel caso, invece, si voglia acquistare un dominio con estensione COM, NET, ORG, INFO e BIZ, il costo è di 8,99 euro all’anno, più il costo dell’IVA.

Martina Sarra Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *