Miglior Fitness Tracker 2020: economico, cinese, per nuoto, con GPS e pressione sanguigna

Oggi faremo un vero e proprio viaggio alla scoperta dei migliori fitness tracker del 2020, scoprendo quali siano i modelli più economici; i migliori fra quelli prodotti in Cina; quelli idonei anche per andare sotto l’acqua, ideali per chi vuole prendere nota della situazione nel corso delle proprie sessioni di nuoto; quelli per chi si muove, anche su larghe distanze, dotati di rilevatore GPS e, infine, quelli che riescono ad assicurare il calcolo della pressione sanguigna di chiunque li indossi.

Miglior fitness tracker economico 2020

A differenza di qualche anni fa, in cui essere in possesso di un fitness tracker sembrava davvero un lusso, oggi esistono innumerevoli alternative economiche per essere alla moda, casual e fit con un dispositivo da polso.

Da marchi più conosciuti ad altri sconosciuti, i fitness tracker sono davvero molteplici, sviluppati sia in versioni senza dubbio complete e precise e, di conseguenza, piuttosto costose, che in comode alternative, spesso nella versione di “smartband”. Le smartband si differenziano dai veri e propri smartwatch in quanto, a differenza dei primi, non sono dotati di quadrante tech installato nei cinturini, spesso intercambiabili, ma sono fissi in un’unica banda, appunto, la maggior parte in materiali di simil plastica o silicone come dei braccialetti tecnologici con un quadrante incastonato al centro dello stesso da cui vedere e prendere coscienza di tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

Il fitness tracker economico di cui abbiamo scelto di parlarvi che, a nostro avviso, è da considerarsi fra i migliori in circolazione, è firmato Samsung ed è uno di quelli che, alla base, hanno una band: il Samsung Galaxy Fit.

Per questa ragione appare davvero molto slim e leggero, che ben si nasconde fra i braccialetti al polso senza apparire, nella sua complessità ed estrema utilità, mai sopra le righe.

Con il suo design sportivo e le linee minimali si addice sia a uomini che a donne senza scoordinare i look più casual o quelli più eleganti.

Dal design disponibile in colore bianco, giallo e nero e privo di tasti fisici di alcun tipo, il Galaxy Fit di Samsung pesa soltanto 15 grammi.

Lo schermo compatto dalle dimensioni di 0, 74 pollici, dal quale si compiono tutte le azioni, è in scala di grigi PMOLED e per cambiare schermata occorre fare tap proprio su di esso (non è, infatti, propriamente touch).

La confezione è costituita dallo smartband stesso, il cavo USB per ricaricalo, la guida di riferimento rapido e la garanzia del prodotto.

L’impermeabilità del fitness tracker economico che ci propone Samsung è di 5 ATM, la RAM di 133 Mb, mentre la batteria è pari a 70 mAh. La connettività è garantita dal Bluetooth 5.0, mentre il sistema operativo è Real time OS e la compatibilità è assicurata con i dispositivi Android 5 o superiore, iPhone a partire dalla versione 5 con sistema operativo iOs dal 9.0 ai maggiori, sebbene soltanto con i dispositivi Android si può godere appieno dei benefici che ci offre questo smartband.

Dal costo di circa una trentina di euro, abbiamo scelto la versione più economica del Samsung Galaxy Fit in quanto, pur trattandosi di un prodotto dal costo così basso, riesce, forse garantito dal marchio famoso e leader del settore del tech, ad assicurare la massima resa e a soddisfare un buon numero di parametri con un  livello di dettaglio piuttosto elevato, a partire dalla rilevazione del battito cardiaco.

Il conteggio dei passi, invece, risuta essere lievemente meno accurato, ma ciò non preoccupa i consumatori: soprattutto grazie all’applicazione Samsung Health, è possibile monitorare la qualità del sonno, le calorie bruciate anche a riposo o consultare le informazioni sul meteo previa connessione con lo smartphone in quanto il GPS non viene supportato in autonomia. Samsung Health, insieme a Samsung Wearable, è una delle applicazioni da scaricare obbligatoriamente prima di utilizzare il fitness tracker, ma nel caso in cui il vostro smartphone non fosse firmato Samsung, sarà necessario scaricare anche il plugin Galaxy Fit e l’app Samsung Accessory Service.

Miglior fitness tracker cinese 2020

Passiamo adesso a quello che secondo il nostro parere è il miglior fitness tracker cinese. Anche in questo caso, però, è giusto specificare che si tratta di uno smartband e che nel mercato è in vendita a prezzi davvero molto competitivi. Il marchio, emergente fra i più famosi del settore che, ormai, riesce a farsi tranquillamente largo fra quelli più famosi e di spessore, è Xiaomi.

Il prodotto in questione è, infatti, il Mi Smart Band 4 di Xiaomi e, attualmente, ha un costo equivalente a poco più di trenta euro anche stavolta.

Presentato nel 2019, lo Xiaomi Mi Band 4 è uno fra i migliori activity o fitness tracker in commercio, grazie al più che eccellente rapporto fra qualità delle prestazioni e prezzo del prodotto che, proprio per questo, ha goduto immediatamente di un forte successo fin dal primo lancio sul mercato.

Il design è estremamente simile alla terza versione del prodotto, che Xiaomi aveva creato in precedenza e con il quale lo Xiaomi Mi Band 4 condivide molti cinturini di ricambio per trasformare il vostro fitness tracker e cambiargli look con i vestiti più diversi.

Il display del Mi Band 4 è uno schermo Amoled touchscreen a colori da 0, 95 pollici e la sua visibilità è davvero prodigiosa anche sotto alla luce diretta del sole.

Fra i sensori, a differenza delle versioni precedenti, è stato aggiunto il giroscopio per una maggiore accuratezza per quanto riguarda l’attività sportiva e, ovviamente, resta attivo il sensore per il battito cardiaco con cui, generalmente, è possibile anche valutare e monitorare la qualità del sonno.

Le attività sportive che si possono gestire grazie a questa smartband sono principalmente sei la corsa indoor,  la corsa outdoor, l’allenamento, il ciclismo, la camminata veloce e, per la prima volta in assoluto, anche il nuoto riuscendo a riconoscere anche i diversi stili, nonostante anche la versione precedente del Mi Band di Xiaomi avesse la certificazione per immersioni fino a 5ATM cioè 50 metri.

Ciò che farà piacere ai più sportivi, inoltre, è la possibilità di memorizzare e ricordare lo storico degli allenamenti mentre per chi ama correre e, soprattutto, avere un prospetto visivo del tragitto che è stato compiuto, non possiamo fare a meno di appuntare una pecca: il segnale GPS, infatti, non è presente nativamente neanche in questa versione di smartband firmato Xiaomi.

Tutti questi benefici rendanno questi fitness tracker particolarmente indicati anche per chi è davvero molto sportivo e vuole tenere traccia di ognuna delle azioni e delle attività che compie nel corso della giornata.

La possibilità di connessione, al proprio smartphone, ad esempio, è costituita dallo standard bluetooth grazie al quale sarà facile e veloce anche leggere le notifiche push dal piccolo schermo dello smartband.

Occorre, però, ricordare che il sistema operativo mobile che lo Xiaomi Mi Band 4 supporta sistema operativi Android 4.4 o superiori mentre, per quanto riguarda quelli peculiari ai dispositivi firmati Apple, come gli iPhone, a partire dalla versione 9.0 di iOs.

Per concludere sarà di vostro interesse sapere che lo Xiaomi Mi Band 4 ha una lunga autonomia energetica che, addirittura, riesce a durare fino a 20 giorni grazie alla potente batteria integrata da 135 mAh.

Miglior fitness tracker per nuoto 2020

Parlando della nuova versione dello smartband di Xiaomi, lo Xiaomi Mi Band 4, abbiamo già accennato la capacità di alcuni fitness tracker di essere attivi anche sotto l’acqua nel corso delle attività di nuoto talvolta riuscendo anche a distinguere i vari stili dello sport acquatico. Qual è, però, secondo il nostro giudizio il migliore per quanto concerne le attività sportive in acqua, proprio come il nuoto?

Dopo una analisi attenta, abbiamo scelta un altro dispositivo firmato Samsung che, però, stavolta si differenzia dal precedente sia per prestazioni che, conseguentemente, per il prezzo che adesso super addirittura i 300 euro e raggiunge, nello specifico, i 349 euro: è il Samsung Gear Sport Smartwatch.

Nel mercato da quasi tre anni precisi (è stato, infatti, lanciato nell’ottobre del 2017), resta comunque uno dei migliori fitness tracker che permettono di monitorare anche le proprie sessioni di nuoto.

Disponibili soltanto in due colorazioni, in nero o blu acceso, permette, però, di cambiare a seconda del proprio gusto e delle occasioni, i cinturini: la Samsung stessa ne ha lanciato 20 diverse tipologie e colori sul mercato, ma ciononostante è possibile cambiare look anche scegliendo fra quelli di altri brand purché siano da 20 mm.

Più che un orologio tecnologico, il Samsung Gear Sport Smartwatch è un vero e proprio personal trainer o life coach, ideale per la motivazione e il raggiungimento degli obiettivi: basterà, infatti, impostare gli scopi sul proprio smartphone e dopodiché si potrà procedere con il monitoraggio tramite smartwatch per visionare i progressi nella dieta e nello stato di salute corrente riuscendo a tenere tracia dell’alimentazione e del relativo apporto calorico fornendo, inoltre, consigli e approfondimenti per raggiungere con una alta motivazione gli obiettivi predefiniti secondo il proprio programma.

Oltre a ciò, connettendo il dispositivo allo smartphone, sarà possibile godere di allenamenti personalizzati, ma, è assolutamente da ricordare, che le più alte prestazioni si avranno solo in presenza di uno smartphone dotato dal sistema operativo Android.

La connettività, che usiamo per collegarlo allo smartphone, è data dal bluetooth di cui è dotato, oltre al quale troviamo anche, fra le caratteristiche tecniche del Samsung Gear Sport Smartwatch, anche un processore dual-core da 1 GHz, 768 MB di RAM ai quali si aggiungono 4 GB di spazio di archiviazione che permette, ad esempio, di salvare musica da riascoltare nel corso delle proprie sessioni di allenamento.

Senza musica sarà, invece, la sessione di allenamento di nuoto. Come scrive il marchio Samsung mentre lo presenza nel suo sito, infatti, “l’acqua non è più un limite”. Con la resistenza all’acqua fino a 5 ATM, infatti, la corsa mentre piove e, soprattutto, una sessione di vasche nel corso dell’allenamento di nuoto, non saranno più un problema. Non solo, grazie alla sincronizzazione con Speedo On, nuova app dedicata proprio al nuoto di Speed da scaricare separatamente, si potrà avere maggiori informazioni sull’allenamento di nuoto stesso.

Il Samsung Gear Sport Smartwatch risulta, invece, inadatto per le sessioni di snorkeling o altre attività subacquee: in presenza di pressione elevata, una volta superati i 5 ATM, non viene garantito il corretto funzionamento né il funzionamento stesso dello smartwatch.

Miglior fitness tracker con GPS e pressione sanguigna

Molti degli smartband e degli smartwatch con fitness tracker analizzati fino ad ora non erano dotati, almeno in principio, di GPS a meno che il dispositivo da polso in questione non sia connesso ad un secondo dispositivo, per lo più uno smartphone, che possa garantire comunque questa funzione per riuscire a monitorare, ad esempio, il numero dei chilometri e il tragitto preciso compiuto nel corso della propria sessione sportiva.

Più difficoltoso, invece, è riuscire a trovare un altro dispositivo in grado di assicurare il monitoraggio della pressione sanguigna. Per questa ragione il prossimo fitness tracker che vogliamo presentarvi riesce ad essere estremamente professionale grazie alla presenza di entrambe le caratteristiche, particolarmente indicato per chi ha necessità di tenere sempre controllo la propria pressione sanguigna o per coloro che, durante la corsa, desiderano essere lontani dal proprio smartphone e, pertanto, disconnetterlo dal dispositivo che siete soliti tenere al polso.

Nonostante le prime difficoltà, però, siamo riusciti a trovare una soluzione che possa garantire entrambe le richieste grazie al nuovo Zeblaze Neo 2, anche questo prodotto da una azienda cinese.

Lo smartwatch di cui vogliamo parlare adesso si presenta con linee piuttosto elegante disponibile nei colori nero e marrone in simil pelle ma con una anima in silicone, mentre il quadrante su cui poggia lo schermo  IPS LCD standard dal pannello touchscreen è in ghiera metallica e fibra di carbonio.

La particolarità di questo smartwatch è tutt’altro che essenziale in quanto riesce a tenere traccia di innumerevoli attività: dal numero di passi con la distanza percorsa e le calorie bruciate, alla qualità e la quantità del sonno in una nuova schermata e poi, in una terza, il vero e proprio monitoraggio delle attività sportive, la rilevazione del battito cardiaco e della pressione sanguigna e, per terminare, lo spazio dedicato alle notifiche e alle impostazioni. Se lo smartwatch viene utilizzato da una donna, inoltre, si può tenere traccia del ciclo mestruale, del pre gravidanza, della gravidanza e del periodo successivo ad essa: un vero e proprio calendario mestruale di cui le donne potranno servirsi per non essere colte di sorpresa o per verificare i momenti di particolare fertilità.

Dal grandi di impermeabilità pari a IP67, può pertanto essere immerso fino a un massimo di un metro sotto acqua per non più di 30 minuti di tempo, la batteria è da 180 mAh mentre la connettività, garantita da un sistema bluetooth 5.0, permette allo smartwatch di collegarsi a dispositivi dal sistema Android o iOs ( il sistema operativo dello stesso smartwatch, invece, è stato creato appositamente da Zeblaze).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *