Migliori Discoteche del Mondo 2020: classifica delle più belle e più famose

La vita notturna è un business che muove ogni anno miliardi di dollari in tutto il mondo e che genera un importante indotto turistico che coinvolge soprattutto i viaggiatori più giovani. In questo articolo vi daremo tutte le informazioni sulle discoteche migliori del mondo nel 2020, passando in rassegna le più belle, le più grandi e le più famose a livello internazionale.

Migliori discoteche del mondo 2020: classifica delle 10 più belle

Partiamo subito, anche se purtroppo solo in senso lato!, alla scoperta delle discoteche migliori del mondo, quelle ritenute più belle in virtù della loro location. Ne esistono infatti di veramente sorprendenti, estese ed esteticamente mozzafiato ripartite più o meno in egual misura tra i 5 continenti. Vi presenteremo quindi le 10 considerate in assoluto come le più belle al mondo, in cui scatenarsi al ritmo di musica per tutta la notte, godendo di un setting straordinario e assaporando al meglio il divertimento all night long.

Una delle discoteche ritenute tra le più belle e che ogni anno è meta irrinunciabile per centinaia di migliaia di giovani da tutta Europa e non solo è sicuramente il Cavo Paradiso, sull’isola greca di Mykonos. La discoteca è stata costruita sulla roccia e fronteggia l’altrettanto famosa Paradise Beach. Il Cavo Paradiso si estende su una superficie di oltre 3.000 metri quadrati dove è possibile ballare musica sound house su una moltitudine di piste e non è raro imbattersi in dj-set tenuti da guest star di primo piano di questo genere musicale come Little Louie Vega e David Morales, Armin Van Buuren e Steve Aoki. L’ingresso in questo “tempio” della house music costa circa 30,00 euro e non include le consumazioni che hanno prezzi decisamente robusti. L’orario d’apertura va dalle ore 23:00 alle ore 07:00 dal venerdì alla domenica.

Altra discoteca imperdibile – anche se un po’ fuori mano, rispetto all’Italia, è D Edge a San Paolo, in Brasile. Questa discoteca è stata progettata del celebre designer Muti Randolph che le ha conferito una caratteristica atmosfera underground curata nei minimi dettagli per permettere ai cliendi di godere appieno dell’esperienza di clubbing. Il D Edge si sviluppa su vari piani, ognuno dei quali propone generi musicali diversi, dalla musica house all’elettronica alla techno, con dj-set live e special guests internazionali come Dani Casaroano e Nick Warren. La discoteca è aperta dal giovedì alla domenica dalle ore 23:55 – iniziando però ad animarsi intorno alle ore 1:30 – alle ore 5:00 e l’ingresso costa circa 40,00 dollari, senza consumazioni incluse.

Torniamo ora in Europa, al BMC Planet Dance di Pama di Maiorca, la più famosa delle isole Baleari, in Spagna. Questo locale sorge nella località di Magalluf ed è un vero e proprio tempio del divertimento, famoso nel mondo per schiuma e acqua party e per i Washing Machine party. In estate la discoteca è letteralmente assaltata da turisti da tutto il mondo ed è dotata di due piste su due piani, sulle quali ospita costantemente le performance dj e artisti musicali internazionali – come David Guetta – e dj-set di musica house (di sopra) e di raggaeton (di sotto). Entrare costa 30,00 euro ma per accedere al free bar l’ingresso può avere un prezzo più alto. La discoteca è aperta dal mercoledì al sabato dalle ore 22:30 alle ore 6:00 e in luglio e agosto tutte le sere.

Sempre in Spagna, ad Ibiza, vero e proprio punto di riferimento dei discotecari di tutto il mondo, troviamo Ushuaïa Beach Club, una discoteca in cui si balla sulla spiaggia dal pomeriggio a tarda notte, godendo della bellezza di un tramonto danzante e l’accensione delle luci dei palchi. Il club offre spettacoli bellissimi e ospita special guest di rilievo mondiale come Robin Schulz e David Guetta. L’ingresso costa 25,00 euro e le consumazioni sono piuttosto esoste (gli shot vengono venduti a 10,00 euro).

Anche l’Italia può vantare uno dei club più belli del mondo, l’Altromondo Studios di Rimini, articolato in un gran numero di sale che ospitano tipologie musicali differenti, dal raggaeton alla deep house passando per la proposta caraibica e non mancano le ospitate in grande stile, come Gigi D’Agostino e Will Sparks. La location è nota per gli effetti dei laser cromatici e per i maxi schermi collocati nelle sale. L’Altromondo offre anche schiuma party e feste a tema che attirano gente da tutta la riviera e non solo ed è aperto dalle ore 22:30 alle ore 5:00 il venerdì e il sabato. L’ingresso costa 25,00 euro.

Lanciando lo sguardo nuovamente oltreoceano, non possiamo trascurare una delle più belle discoteche degli U.S.A., l’Hakkasan Nightclub di Las Vegas, un locale estremamente esclusivo, caratterizzato da ambienti molto ampi collocati su vari piani, che ospitano, oltre alle consuete sale, anche ristoranti e sale da gioco, il lounge e il Pavillon, un set orientaleggiante iper-curato in cui si trova anche un Garden Bar e molte aree privé. Si esibiscono qui frequentemente artisti come TIËSTO e Calvin Harris. L’apertura è dal giovedì alla domenica dalle ore 22:30 alle ore 4:00. L’ingresso – riservato esclusivamente agli over 21 – ha costi molto variabili, in base alle esigenze dei clienti, a partire dallo standard di 25,00 dollari fino agli esosi pacchetti vip.

L’Asia non può mancare, in questa rassegna delle discoteche più belle del mondo nel 2020: la Repubblica di Singapore è infatti la sede dello Zouk Club, la discoteca che ha fatto salire agli onori della cronaca mondiale il clubbing made in Singapore. La discoteca sorge in un vecchio magazzino ed è stata la prima a proporre la musica house al pubblico asiatico. Ospita moltissimi resident dj e propone una programmazione internazionale mozzafiato, sia durante la settimana che nei week-end. L’atmosfera gioca su bellissimi effetti di luci che conferiscono un grande senso di relax agli ambienti. Il costo del biglietto è di circa 26,00 euro ma si possono comprare anche carte di fidelizzazione per ottenere sconti. Per entrare bisogna avere 18 anni mentre per accedere all’area del locale chiamata Capital sono richiesti 20 anni per le donne e 23 per gli uomini.

Torniamo negli U.S.A., nella fattispecie a Miami, sede del Club Space, una delle discoteche più sensazionali del mondo, collocata nel centro della città e estesa su una superficie di 2.300 metri quadrati, suddivisi in una mega pista, un’area vip e un maestoso loft con patio sul tetto al piano superiore. Qui si suona musica house ed elettronica e si esibiscono i migliori dj del mondo, tra i quali Danny Tenaglia, Danyelino, Paul Van Dyk. La discoteca è aperta dal venerdì alle 22:30 non-stop fino alle 16:00 di domenica. Il prezzo base di ingresso è di 35,00 dollari e bisogna avere 21 anni per accedere.

Facciamo ora un’ulteriore tappa in Europa, di nuova ad Ibiza al leggendario Pacha, meta obbligata per tutti gli amanti della disco, celebre per le serate a tema, in particolare la Flower Power, e gli spettacoli allestiti in pista, come la famosissima festa F*ck me I’m famous! orchestrata ogni estate da David Guetta. Per tutte queste ragioni acquistare il biglietto in anticipo è praticamente indispensabile per godere dei party sfrenati del Pacha, aperto tutti i giorni dalle ore 00:00 alle ore 7:00. Per accedere è necessario avere 18 anni, il costo del biglietto è di 30,00 euro e il prezzo delle consumazioni parte da 17,00 euro.

Concludiamo il tour mondiale delle dieci discoteche più belle del 2020 tornando in Brasile dove troviamo il Green Valley di Camboriù, la discoteca migliore del mondo e vero e proprio santuario della musica elettronica internazionale. Il locale ha aperto i battenti nel 2007 all’interno di una tenda immensa e immersa nel verde, con un dj set di Carl Cox. Al posto della tenda ora sorge un locale immerso calato nella vegetazione della giungla e che presenta al suo interno addirittura un lago! Vi sono due sale, all’interno, vari bar e diversi negozi. Tra i generi suonati, oltre all’elettronica, anche la deep house e la dance di tutti i tipi. L’ingresso costa circa 30,00 dollari e l’accesso è permesso solo ai maggiorenni, dal giovedì alle domenica dalle ore 21:00 alle ore 8:00.

Discoteche più grandi al mondo 2020: la classifica

Dopo aver visto quali sono le discoteche ritenute più belle al mondo nel 2020, quali sono quelle invece più grandi? Ale mega-discoteche sono presenti ai quattro angoli del globo ma dobbiamo riscontrare che quelle in assoluto più grandi sono collocate principalmente in Europa. Ci sono pochi dubbi sul fatto che una delle discoteche più grandi del mondo sia il Privilege di Ibiza, vicino a San Rafael. Il club è una struttura gigantesca circondata da giochi di luce sorprendenti: non è affatto difficile perdersi nei meandri di questa location imponente, che ospita un gran numero di piste sulle quali si può ballare praticamente di tutto, dal rock all’elettronica al pop alla house. L’ingresso costa tra i 30,00 e i 50,00 euro a seconda delle serate.

In Spagna a Madrid c’è il Kapital nell’area di Atocha, un club di sette piani con fenomenale terrazza all’ultimo piano; al Kapital troviamo due piste che suonano i generi più diversi, dal r’n’b al jazz, dal karaoke alla musica anni ’70, dalla lounge al rock.

Londra, una delle capitali della clubber culture mondiale, è patria della leggendaria discoteca Fabric, aperta nel 1999, e tra le più grandi del mondo. Essa sorge all’interno di un ex mattatoio, il che conferisce una tipica nota underground ai suoi ambienti, che sono tantissimi! Sicuramente il punto di forza del Fabric è la pista Bodysonic, nota per essere vibrante poiché dotata di trasduttori che trasmettono basse frequenze che danno l’impulso di movimento ai corpi.

Si inserisce nella classifica delle discoteche più grandi del mondo nel 2020 anche l’Air di Amsterdam, ubicata vicino a Rembrandtplein. Una delle principali piazze della città olandese, che si sviluppa in tre vastissime aree diverse, una zona fumatori e ben cinque bar. L’Air è una tappa indispensabile per gli amanti della trasgressione ma anche della musica, dal momento che il club è dotato di uno dei sistemi acustici più all’avanguardia in Europa.

In Germania domina la classifica delle discoteche più grandi il Watergate di Berlino, un club su cinque piani nel cuore del quartiere di Kreutzberg, affacciato sul fiume Spree, caratterizzato da illuminazione a led che modana tutti i perimetri di soffitti e sale da ballo. Questo è il luogo ideale per godere della migliore house music europea. A Praga, in Repubblica Ceca, ha sede un’altra discoteca gigantesca che è allo stesso tempo un luogo di culto per i clubber di tutto il mondo, il Cross Club. Questa discoteca completamente anti-commerciale è stata concepita da Frank Chmelik e si trova vicino al centro cittadino pur avendo ricavato i propri spazi in una ex area industriale. Lo stile industrial ovviamente contraddistingue questo luogo intriso di urban culture, collage che prendono ispirazione dallo Steampunk e dalla commistione di materiali riciclati come legno, ceramica e metallo. Qui è possibile ballare tutta la notte al ritmo di musica hardcore, acid, dubstep ma anche techno e di jam session live di ogni tipo.

Infine, a Barcellona, in Spagna, troviamo forse la più grande discoteca continentale di nuova generazione, nata dal concept ideato dalla famiglia Arnau, leader della night-life catalana: l’Elrow. Questo club è a Viladecans e si configura come una location libertina e multisfaccettata, in cui divertirsi pazzamente senza problemi: l’ambiente è costellato di animali gonfiabili, maschere, costumi, materassini da piscina, elementi scenici con i quali arricchire feste a base di musica elettronica e remix pop. Un vero sballo per i più giovani!

Migliori discoteche famose nel mondo 2020: la classifica delle più frequentate

Vediamo ora quali si preparano ad essere le discoteche più frequentate al mondo nel 2020. Oltre al alcune di quelle che abbiamo già incontrato nel corso dei precedenti paragrafi, come il Club Space di Miami o il Pacha ad Ibiza, qui vi presenteremo alcuni “inediti” molto amati dai clubber internazionali.

Sicuramente una menzione speciale va al Soma Project di Goa, in India, collocata sulla magnifica spiaggia di Ashvem e nata dall’idea di due dj, questo luogo di culto è per molti versi molto simile alle atmosfere che si respirano nelle discoteche di Ibiza. Qui si balla dal pomeriggio a tarda notte, godendosi il tramonto tra piscine e cabanas private in cui rilassarsi e fare festa. AL Soma si esibiscono dj di fama mondiale ma anche emergenti e gli show di punta si tengono principalmente di domenica. Questo posto è frequentato da creativi, boho chic e artisti, hipster e hippie da tutto il mondo. Altrettanto apprezzato dai clubber è il Carpe Diem di Hvarì, in Croazia, un’intera isola consacrata al divertimento, ai party e alla musica disco. Sono celeberrimi i Full Moon Party che vedono spesso la presenza di star del jet-set internazionale. Il dress code d’obbligo è costituito da flip-flop, bikini dai colori neon e short sfrangiati, in pieno stile hippie.

A Sentosa, a Singapore, ha sede in Tanjong Beach Club, una location da sogno in cui scatenarsi notte dopo notte, al suono della miglior musica del mondo. Il club è piuttosto esclusivo e non è strano imbattersi in personaggi famosi da tutto il mondo ma anche in party people locali. Questa discoteca è l’ideale per una vacanza all’insegna del divertimento: durante il giorno ci si gode la spiaggia e lo stupendo mare mentre al calar della notte iniziano danze sfrenate fino al mattino.

Un’altra discoteca amatissima nel 2020 è AHM a Beirut, il Libano, progettata nel 2017 da Rabih Geha Architects, presenta un bar triangolare che aggetta in sala e una distesa di palme ed alberi che reggono le incredibili luci al neon che decorano la sala, creando un gioco geometrico e prospettico di assoluta suggestione. Il dj si esibisce da una cabina sollevata dal pavimento al di sopra della quale si staglia la luna.

A Londra, non si può mancare una visita al celeberrimo Ministry of Sound, locale con facciata convertibile che si presta ad assumere sia una faccia diurna – come caffè e lounge bar – che notturna, come club all’ultimo grido.

A Lisbona, invece, da non perdere è il The Club, una sorta di cabina temporanea che può assumere diverse distribuzioni spaziali grazie alla modulabilità degli elementi che la compongono: un’esperienza tutta da vedere e da sentire.

Tra le discoteche di fama internazionale con sede in Italia, mantengono salda la loro posizione di  dominio della classifica anche alcune location “storiche”, come il Cocoricò di Riccione, auctoritas indiscussa del panorama del clubbing nazionale, che ospita quattro sale – la Piramide (dance, solo dance e sempre dance!), la Titilla (musica house), la Morphine (musica ambient e elettronica), la Ciao Sex (per gli ospiti gay) e alcuni dei più famosi dj del mondo, da Guetta a TIËSTO. Non possiamo dimenticare il Duel Beat di Pozzuoli, ex cinema convertito in discoteca con spazi espositivi dedicati alle arti visive, con spazi che ospitano incredibili installazioni di arte contemporanea.

Al Guendalina di Santa Cesarea Terme, in Salento, si può godere la miglior musica di dj internazionali grazie ad un impianto audio d’avanguardia e a giochi di luce davvero magnifici. Per gli amanti delle isole, imprescindibile è il Raya di Panarea, alle Isole Eolie, in Sicilia, un club amato dai vip ma aperto anche ai giovani e dotato di tre incredibili terrazze panoramiche. Infine, a Praiano, sulla Costiera Amalfitana, si consiglia di fare un passaggio alla discoteca Africana, una location esclusiva ricavata all’interno di una grotta, che offre musica dance e house per tuta la notte e una vista mozzafiato direttamente dalla scogliera.

Redazione Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *