Migliori Bici da Corsa 2020: qualità prezzo, per iniziare, per salite, economiche e professionali

Scopriamo quali sono i modelli migliori di bici da corsa di quest’anno il 2020, categorizzandoli per il rapporto fra qualità e prezzo di ogni singolo pezzo, quelli utili per chi è alle prime armi, quelli più adatti per le corse in salita, fino ad arrivare a quelle più economiche e professionali.

Migliori bici da corsa al mondo 2020: la classifica per rapporto qualità prezzo

Scegliere una bicicletta da corsa, talvolta, può rivelarsi un vero e proprio lavoro: molti sono i fattori da tenere in considerazione se si vuole acquistare, al minimo del prezzo, un gioiellino che possa godere di tutti i vantaggi e i comfort che solo una vera bike da corsa sa offrire. Di seguito vi mostriamo la nostra top 3 delle migliori biciclette da corsa per l’anno in corso, il 2020, che sia dotate del miglior rapporto fra la qualità e il prezzo e che quindi possano garantirvi una scelta ottimale.

La terza bicicletta da corsa migliore per il rapporto fra qualità e prezzo, a cui va la nostra medaglia di bronzo, è senza dubbio l’Atala Bici da Strada SLR 070,  che potrete trovare in vendita anche su Amazon con le specifiche: Telaio 28″, Cambio 14 velocità, Misura L.

Il nome professionale della casa produttrice e il costo di soli 519 euro, quando nella maggior parte dei casi di biciclette con il miglior rapporto fra la qualità e il prezzo, la media di prezzo si aggira più o meno da uno a due migliaia di euro, la rende davvero una scelta ottima. Stando alle recensioni che potrete leggere su Amazon, questo modello si adatta bene per chi è alto al massimo 1,80 m e non per coloro che superano questa altezza.

Il peso del veicolo, nonostante la buona qualità del telaio in alluminio, la porta ad essere meno professionale rispetto ad altre scelte: si aggira, infatti, sui 12 kg.

Senza dubbio non è il modello che state cercando ed anche per questo non riesce a superare il terzo posto, se siete alla ricerca di un mezzo professionale, per chi è un vero appassionato o per chi cerca un buon allenamento di tipo agonistico prima delle gare. Resta, però, il fatto che sia un valido sostituto per chi sta cercando una bici da corsa molto economica, dalle buone prestazioni e con un marchio piuttosto famoso e denso di storia alle spalle: ottima per chi sta cercando qualcosa a poco prezzo e non ha grandi pretese.

Medaglia d’argento, per un secondo posto dal costo più elevato ma sempre al di sotto della media del settore, per il modello 20 prodotto da Scott Speedster. Lanciato sul mercato due anni fa, nel 2020 resta comunque una delle scelte più facilmente praticabile per ciclisti amatori che sono alla ricerca di una versione più leggera rispetto alla precedente e ad un costo che si ferma intorno ai 999 euro.

Dotata di gruppo Shimano e di componenti, come i cerchioni, della Syncros, riesce a garantire una velocità elevata su strada grazie anche al telaio Speedster in lega di alluminio. Sebbene non sia un pezzo rivolto ai professionisti, la postura che deve essere adottata in fase di corsa, ricurva in avanti con sellino alto, richiama certamente quella dei modelli più famosi e settoriali.

Se acquistato nel sito della casa produttrice, inoltre, permettevi godere della spedizione gratuita in tre o quattro giorni lavorativi, visto che è un prodotto sopra i 99 euro e, inoltre, della possibilità di reso gratuito entro i 14 giorni dall’arrivo.

Arriviamo, infine, alla medaglia d’oro di questa nostra personale top 3 per le biciclette da corsa con il miglior rapporto fra la qualità dell’oggetto e il prezzo di mercato.

Il modello preso in considerazione è senza dubbio il modello Roubaix appartenente all’omonima linea prodotta dalla Specialized.

Il modello di cui vi parliamo oggi, che è anche il modello basic della linea, è dotato delle più recenti tecnologie studiate dagli scienziati della Silicon Valley che la rendono più leggere e più aerodinamica dei modelli precedenti: i produttori la considerano la più avanzata che abbiano mai realizzato e con le sue sette vittorie alla Parigi- Roubaix nel 2019 riusciamo a capire con facilità quanto questa affermazione sia vera.

Il comfort dei nuovi reggisella Pavè aerodinamico e flessibile già utilizzato dalla Tarmac  e le prestazioni ultra come le sospensioni FSR vengono finalmente applicate ad un modello che corre su strada ma che, grazie alla cartuccia Future Shock posta sopra il telaio, viene isolata da essa. La versione avanzata, la 2.0, garantisce un maggiore controllo del veicolo semplicemente utilizzando un registro sull’attacco al manubrio, mentre il nuovo telaio la rende ancora più leggera e, di conseguenza più veloce, grazie anche all’utilizzo delle nuove forme dei tubi Free Foile al design Rider-First Engineered. Idonea sia per una corsa maschile che per una femminile, questo vero e proprio gioiello prezioso e professionale costa solamente 2299, 00 euro.

Un primo posto senza dubbio più che meritato.

Migliori bici da corsa entry level 2020: modelli consigliati per iniziare da zero

E se questo periodo fosse quello ideale per ricominciare o cominciare da zero a vivere le proprie esperienze sfrecciando in bicicletta?

Troppe volte abbiamo sentito la frase “è come andare in bicicletta”, per convincerci di essere capaci a fare qualcosa che non facciamo da un po’ di tempo, ma che, come ci suggeriscono, probabilmente non si dimentica mai come fare: chi è alle prime armi, però, come potrà trovare l’oggetto che gli faccia spalancare le porte di questo nuovo splendido mondo?

Quello di cui ha bisogno è senza alcun dubbio un modello di bici da corsa che sia “entry level”, cioè di livello base, per chi ha necessità di trovare ancora la sua strada, nonostante l’impegno e la dedizione che impiega nel voler diventare un vero ciclista da corsa.

Alcuni modelli, infatti, si prestano meglio di altri ad aiutare un principiante: troviamo, in questa occasione, il modello 100 della gamma B’ Twin Triban di Decathlon.

La B’ Twin Triban 100 di Decathlon è una delle biciclette da corsa che meglio si adatta alle esigenze dei principianti: non a caso, visionando le recensioni nel web, non è difficile imbattersi in chi lamenta proprio la poca professionalità della bicicletta che invece risulta essere la scelta ideale per chi è alle prime armi.

Già da una prima occhiata il prezzo bassissimo rende spiegabile questo ragionamento. Un principiante, infatti, presumibilmente, sta ancora provando uno sport e quindi è indispensabile che il costo dell’attrezzatura necessaria non sia molto elevato in modo da non dover accusare sensi di colpa nel caso in cui ci dovesse ripensare e dovesse scegliere di cambiare strada.

Acquistabile da Decathlon, nell’e-commerce online risulta una fine serie, ma è ancora presente nei punti vendita: insomma, la B’ Twin Triban potrebbe davvero rappresentare l’acquisto dell’anno in questo vostro 2020 di lockdown.

Oltre al prezzo ottimale, i suoi punti di forza sono a pattino Tektro RL 340 atti a garantire una presa e una rigidità ottimali e il  grande manubrio ricurvo in alluminio, così come tutta l’interessa del telaio per non disperdere il peso: a ciò si aggiunge, inoltre, la garanzia a vita sulla forcella in acciaio.

La bicicletta è un po’ più pensate rispetto ai modelli top di gamma consigliati dai professionisti, infatti pesa circa 11 kg, ma il fatto che sia dotato di monocorona la rende un modello davvero molto accattivante e semplice da utilizzare per chi non ha dimestichezza nello scegliere la rapportatura fra le 7 opzioni presenti nella zona posteriore del veicolo.

Allo stesso modo, per facilitare la vita del nostro ciclista apprendista il frano, già più grande della media, è stato posto in una posizione in cui possa essere abbastanza visibile e anche i copertoni ibridi SPORT 700 X 32, su ruote a doppia parete e con il fissaggio con sgancio rapido per favorire manutenzione e trasporto, sono più grandi rispetto alle solite bici da corsa.

Completa la selezione per principianti la scelta di non permettergli,  non ancora, la posizione tipica per la postura del ciclista, generalmente piegato e curvo in avanti per entrare nell’aerodinamica della bicicletta da corsa come se fossero un unico oggetto.

Migliori bici da corsa per salite 2020

Le salite, soprattutto se si è soliti correre in bicicletta in zone di campagna, possono essere davvero molto numerose e impegnative: per questa ragione è necessario essere dotati di una buona bicicletta dalle giuste geometrie racing che mostri poche ma essenziali caratteristiche prima di intraprendere un percorso del genere.

Una buona bici da corsa per le salite, infatti, deve essere dotata di qualità essenziali fondamentali per essere considerata tale. Una bici di questo tipo deve garantire il comfort del ciclista e essere complessivamente equilibrata e con un peso contenuto, difficilmente superiore ai 7 kg: proprio per questa ragione sono preferite le biciclette da corsa in versione disc o rim brake, tendenzialmente più leggere rispetto alle altre o, ancora, con sezioni dei tubi più snelle per garantire, insieme alla leggerezza, un buon equilibrio.

Molti modelli di questo tipo sono prodotti dalla Basso Bike, impresa italiana attiva dal 1977, ultraleggere e adatte alla corsa su strada e in salita.

Nei colori grigio scuro e grigio chiaro, azzurro e bordeaux, il modello che vi proponiamo oggi è il Diamante SV Disc, progettato per una corsa in bicicletta veloce, sicura e con un basso consumo di energie da parte del ciclista, sia per la corsa in salita sia nello sprint e, per concludere, anche nel corso della discesa: per questa ragione il modello viene definito SV, cioè Super Veloce già dal nome stesso.

“Diamante SV: costruito per correre, per vincere, per durare”, così viene elogiato nel sito di Basso Bike la versione aggiornata del Diamante delle biciclette: vediamolo nel particolare.

Il modello, infatti, permette di godere di una “spinta in più” grazie alla realizzazione di tubi esterni per conferirgli un vantaggio aerodinamico straordinario che cambierà il modo di vivere l’esperienza in bicicletta dall’inizio alla fine.

Efficiente, reattivo e facile da controllare: la struttura interna e la forma esterna del modello di Basso Bike Diamante SV Disc sono state concepite appositamente per  dotare la bicicletta di tutte queste qualità e realizzate in “sofisticate fibre di carbonio ad altissimo modulo disponibili” cioè con i materiali più pregiati con i quali, generalmente, vengono realizzati i modelli top di gamma, come viene ampiamente specificato nella descrizione offerta dal sito del marchio.

Assolutamente solida nella struttura, nonostante la capacità di aumentare facilmente la velocità una volta su strada, la bicicletta Diamante SV Disc è un oggetto senza dubbio professionale, specificatamente indicato per le gare e maneggevole come una supercar.

Questo modello non è altro che l’evoluzione del precedente Diamante che, ad oggi, costa circa un migliaio di euro in meno: il Diamante SV Disc, infatti, è un oggetto pregiatissimo che si può acquistare ad un prezzo di listino pari a 6026, 80 euro, anche se attualmente è in sconto presso il rivenditore ufficiale stesso di Basso Bike a 5721, 80 euro con IVA inclusa per il pagamento totale, ma qualora fosse necessario pagarne anche il deposito sarà necessario versare un acconto di circa il 30 % del prodotto.

Migliori bici da corsa economiche 2020

Abbiamo visto, mentre analizzavamo i modelli con il miglior rapporto qualità e prezzo, che le biciclette da corsa riescono a raggiungere prezzi davvero molto elevati, ben oltre il migliaio di euro. Per questa sezione, in cui mostreremo  i modelli economici, abbiamo deciso di optare per un modello davvero classico, facilmente reperibile e, soprattutto, dal prezzo imbattibile.

Essendo venduto ad un prezzo davvero molto accessibile per tutti, non c’è da stupirsi che non sia prodotto da marchi professionali, ma nonostante ciò riesce a garantire una ottima qualità ad un minimo prezzo.

Stiamo parlando nuovamente di un prodotto di Decathlon, sempre proveniente dalla gamma Triban, il modello di bici da corsa RC120.

Questo modello, approvato con un voto di 9 su 10 da Road.cc, è stato definito il migliore per parità di prezzo per il comfort, la stabilità e il rendimento. Oltre al prezzo bassissimo, un incentivo in più all’acquisto è senza dubbio la garanzia presente per due anni sulla forcella e i componenti periferici e a vita sul telaio, sul manubri e sull’attacco al manubrio: ciò rende questo prodotto un vero e proprio investimento per chi ama correre in bicicletta, ma senza troppe pretese.

Il telaio comodo e in 100 % alluminio, la forcella in carbonio, lo stem regolabile, i freni a disco e, soprattutto, il sellino ErgoFit aumentano il senso di comfort anche su lunga durata che si prova mentre il ciclista si trova a pedalare e la posizione, ancora alta rispetto alla postura adottata dai professionisti, permette alla persona in sella di progredire facilmente. Attenzione, però, non è propriamente una bicicletta pensata per i principianti, sebbene si presenti come un prodotto davvero molto versatile grazie anche alla polivalenza caratterizzata dalla presenza degli inserti per portapacchi e parafanghi e i rapporti adottati che sono 2×8.

I freni che, come abbiamo già anticipato, sono meccanici a disco, sono efficaci e progressivi anche qualora le condizioni meteorologiche prevedessero tempo umido.

Nel momento in cui, però, si arriva a riporla, è necessario scegliere un luogo asciutto e temperato, preferibilmente lontana dai raggi solari e, nel caso in cui venisse ricollocata in un “ambiente salmastro” sarà necessario, al termine di ogni utilizzo anche dalla durata minima, lavarla con cura.

La bicicletta, prodotta dalla casa sportiva economica più famosa di Italia, viene venduta sia online che nei punti vendita al prezzo di 499, 99 euro. Qualora il consumatore si trovasse a dover scegliere l’acquisto online potrà ulteriormente decidere se farla recapitare direttamente a casa sua, dove arriverà dentro ad un cartone con pedali da montare e sterzo da serrare, ma priva di attrezzi per effettuare il montaggio, come una chiave inglese piatta da 15 mm o una brugola da 6 mm per il primo procedimento e una brugola da 4 mm per il secondo, oppure se farla recapitare nel suo store di fiducia.

Nel secondo caso, il montaggio e la regolamentazione sono gratuiti.    

Migliori biciclette da corsa professionali 2020

Per questo ultimo paragrafo abbiamo deciso di parlare di una bicicletta da corsa di cui non potrete fare sicuramente a meno nel corso di questo 2020.

Quale bicicletta scegliere per un uso professionale se non una creata da ciclisti? Per questa ragiona abbiamo deciso di parlare della linea Roubaix prodotta dalla casa statunitense Spacialized Foundation e facilmente acquistabile sul sito Specialized.com.

Nata nel 1974, il brand di oltreoceano garantisce la massima competenza nella creazione dei prodotti. “It’s not just a new bicycle, it’s a whole new sport”: così veniva pubblicizzato nelle riviste il brand a cavallo degli anni Settanta e Ottanta nelle riviste di settore.

Innovazione e avanguardia sono gli aspetti che da sempre hanno caratterizzato il marchio, come si è visto nel momento in cui i suoi artigiani hanno ritenuto d’obbligo modificare il modello di mountain bike per  renderlo ancora più competitivo e completo per ottemperare le esigenze del ciclista.

La linea Roubaix, proveniente dalla collezione S- Works in uscita in questo 2020, è quanto di più moderno e competo un ciclista che ama correre su strada professionalmente possa desiderare.

Realizzata interamente in carbonio per un utilizzo rivolto indistintamente sia a uomini che a donne, è presente in diversi allestimenti: in quattro colori classici come il nero, il bianco, il blu e il rosso e in ben 7 taglie, nella 44, nella 49, nella 52, nella 54, nella 56, nella 58 e, per concludere, nella 61.

Le dimensioni delle ruote sono pari a 700C, le sospensioni anteriori, i freni a disco e la trasmissione è di tipo 2x elettronico la rendono un vero gioiello nel suo genere e, però, in quanto tale, si fa desiderare parecchio: il prezzo di listino per una bicicletta appartenente a questa linea varia da un minimo di 2299, 00 euro nei casi delle più semplici e classiche come per il modello Roubaix che già abbiamo avuto modo di conoscere all’inizio, fino ad un massimo di 11199, 00 euro per quello S-Works Roubaix SRAM Red ETAP AXS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *