Migliori Tariffe Luce e Gas 2022: gestori economici in assoluto, non residenti, seconda casa e partita IVA

Per gestire al meglio il bilancio familiare sempre più persone si mettono alla ricerca dei possibili modi per tagliare i costi: le bollette di luce e gas possono rappresentare una fetta importante delle uscite, quindi l’obiettivo di parecchi utenti è quello di individuare i gestori più economici; in questa pagina cercheremo di capire quali sono le migliori tariffe luce e gas del 2022: elencheremo le migliori offerte in assoluto, ma andremo a trovare anche le soluzioni più convenienti per i non residenti, per chi ha una seconda casa e per le partite IVA.

Migliori tariffe luce e gas 2022: i gestori più economici

Per poter capire quali sono le migliori tariffe luce e gas del 2022 è necessario fare delle stime che fanno riferimento a quella che, secondo l’Autorità per l’energia (ARERA) è la famiglia tipo; questo profilo prevede un consumo annuo di energia elettrica pari a 2.700 kWh con una potenza di 3 kW, mentre per quanto riguarda il gas naturale prevede un consumo di 1.400 metri cubi. Altra premessa: nel caso in cui si decidesse di attivare una nuova fornitura di energia non è necessario cambiare il contatore e soprattutto non ci sono interruzioni nella fornitura; tutto il procedimento del passaggio da un gestore all’altro avviene in modo automatico ed è gestito dal venditore (ovvero la società con cui si stipula il nuovo contratto di fornitura) e il distributore (ovvero l’azienda responsabile della distribuzione dell’energia in quella determinata zona).

Praticamente tutte le migliori offerte relative alle tariffe di luce e gas si possono attivare direttamente online; è un’operazione che richiede pochissimi minuti, ma per portarla a termine bisogna avere a portata di mano un documento di identità valido, i dati relativi alla fornitura che si possono trovare sulla bolletta (in particolar modo i codici POD e PDR, a seconda che si tratti di fornitura di energia o di fornitura di gas) e il proprio codice IBAN (molte offerte sono attivabili solo con la modalità di pagamento addebito automatico). La procedura, come detto, si conclude in pochi minuti, mentre per l’attivazione della nuova fornitura bisogna di norma attendere qualche settimana. Quando si fa il confronto tra le varie offerte per trovare le migliori tariffe luce e gas del 2022 bisogna  guardare con attenzione il costo del kWh e del metro cubo: tutte le altre voci (gestione del contatore, oneri per il trasporto, oneri di sistema) sono fissati dall’ARERA e sono comuni a tutti gli operatori. Bisognerebbe poi prendere in considerazione anche altri fattori, come ad esempio la qualità del servizio clienti, i servizi disponibili sul sito ufficiale o l’applicazione e l’eventuale presenza di punti vendita nelle vicinanze.

Vediamo ora quelle che vengono segnalate come le migliori tariffe per luce e gas di questo 2022:

Sorgenia (costo complessivo di 77,77 euro al mese)

  • Next Energy Luce monoraria (costo mensile 32,31 euro) prevede un costo medio della bolletta di 0,194 euro per ogni kWh (il costo della materia prima è di 0,049 euro); il prezzo è bloccato, la fatturazione mensile, con la balletta che viene inviata per email e il pagamento che può avvenire con carta di credito oppure con addebito diretto su conto; non ci sono costi di attivazione e al momento è previsto un buono acquisto Amazon di 30 euro per chi attiva l’offerta luce e gas.
  • Next Energy Gas (costo mensile 45,46 euro) prevede un costo medio della bolletta di 0,723 euro per ogni Smc (il costo della materia prima è di 0,199 euro); il prezzo è bloccato, la fatturazione mensile, con la balletta che viene inviata per email e il pagamento può avvenire con carta di credito oppure con addebito diretto su conto.

Engie (costo complessivo di 81,91 euro al mese)

  • Energia 3.0 Light monoraria (costo mensile 33,50 euro) prevede un costo medio della bolletta di 0,201 euro per ogni kWh (il costo della materia prima è di 0,045 euro); il prezzo è bloccato per 24 mesi, la fatturazione è bimestrale, con la balletta che viene inviata per email e il pagamento che può avvenire con addebito diretto su conto; il tutto può essere gestito comodamente online ed è previsto un bonus fino a 300 ero per chi porta i suoi amici in Engie.
  • Energia 3.0 Light Gas (costo mensile 48,41 euro) prevede un costo medio della bolletta di 0,770 euro per ogni Smc (il costo della materia prima è di 0,277 euro); il prezzo è bloccato per 24 mesi, la fatturazione è bimestrale, con la balletta che viene inviata per email e il pagamento che può avvenire con addebito diretto su conto.

Eni Gas & Luce (costo complessivo di 83,31 euro al mese)

  • Eni Gas & Luce Link Basic Monoraria(costo mensile 34,87 euro) prevede un costo medio della bolletta di 0,209 euro per ogni kWh (il costo della materia prima è di 0,054 euro); il prezzo è bloccato, la fatturazione è mensile, con la balletta che viene inviata per email e il pagamento che può avvenire con addebito diretto su conto; il tutto può essere gestito comodamente online ed è incluso un periodo di prova di Sky per due mesi;
  • Eni Gas & Luce Link Basic Gas (costo mensile 48,44 euro) prevede un costo medio della bolletta di 0,770 euro per ogni Smc (il costo della materia prima è di 0,198 euro); il prezzo è bloccato, la fatturazione è bimestrale, con la balletta che viene inviata per email e il pagamento che può avvenire con addebito diretto su conto; è previsto uno sconto del 10% sulla componente gas per chi paga la bolletta digitale con addebito diretto.

Migliori tariffe luce e gas per non residenti 2022

Fino a non molti anni fa in Italia c’era un sistema tariffario che prevedeva la distinzione delle utenze domestiche intestate ai residenti e le utenze domestiche intestate ai non residenti; oggi invece esiste un nuovo sistema, con una tariffa kWh unica ed uguale per tutte le utenze domestiche. A farne le spese sono soprattutto i non residenti (in pratica chi è intestatario di forniture d luce e gas per case vacanza, seconde case e così via), che a dispetto di consumi contenuti hanno notato un certo aumento delle bollette. Questo è dovuto soprattutto alle spese indicate come Oneri di Sistema: sono quei costi con cui verrà finanziato lo sviluppo delle energie rinnovabili e se li ritrovano in fattura anche quegli utenti non residenti che hanno un consumo pari a zero. In altri termini, più sono bassi i consumi e più si avverte la differenza sul conto: i non residenti che comunque frequentano spesso le loro seconde case invece potranno notare una riduzione legata all’abbassamento della voce consumi.

Cosa si può fare quindi per avere delle migliori tariffe luce e gas per non residenti? Oltre a fare la solita attività di ricerca e confronto tra le proposte dei vari gestori, per risparmiare sulla bolletta è possibile cambiare la fascia di consumo (in base alle proprie esigenze si potrebbe optare per una soluzione monoraria o bioraria). Quanto detto finora è valido soprattutto per quanto riguarda la bolletta della luce: gli oneri di sistema si pagano anche per il gas, ma incidono decisamente di meno sulla bolletta; la variazione della spesa relativa al gas può variare anche in case alla zona geografica in cui si trova la casa per cui è attivo un contratto di fornitura per non residenti.

Migliori tariffe luce e gas per seconda casa 2022

In una seconda casa i consumi in teoria sono minori rispetto a quelli a cui abbiamo fatto riferimento in precedenza; a parità di consumi la bolletta della luce per la seconda casa risulta essere decisamente più alta: abbiamo visto che per un consumo annuo di 2700 kWh la bolletta mensile per la prima casa si aggira tra i 32 e i 35 euro, mentre per quanto riguarda la seconda casa il conto salirebbe ad almeno 52 euro. Si può supporre però che nella seconda casa i consumi siano minori rispetto a quelli previsti dall’ARERA per la “famiglia tipo”. Se i consumi si limitano a 1500 kWh annui tra le migliori tariffe relative all’energia elettrica per la seconda casa troviamo:

  • Edison Energia (costo mensile 38,33 euro), con costo medio in bolletta di 0.307 euro a kWh (il costo della materia prima è pari a 0.077 euro per kWh); il prezzo è bloccato per 12 mesi; la bolletta è disponibile in formato cartaceo o digitale e il pagamento si può fare con bollettino postale o addebito diretto su conto corrente;
  • Eni Gas & Luce Scelta Sicura (costo mensile 38,60 euro), con costo medio in bolletta di 0.309 euro a kWh (il costo della materia prima è pari a 0.051 euro per kWh); il prezzo è bloccato per 12 mesi; la bolletta è disponibile in formato cartaceo o digitale e il pagamento si può fare con bollettino postale o addebito diretto su conto corrente; son previsti sconti;
  • Sorgenia Next Energy Luce (costo mensile 40,28 euro), con costo medio in bolletta di 0.322 euro a kWh (il costo della materia prima è pari a 0.049 euro per kWh); il prezzo è bloccato per 12 mesi; la bolletta arriva per email e il pagamento si può fare con carta di credito o addebito diretto su conto corrente;
  • Wekiwi Energia Prezzo Fisso (costo mensile 41,08 euro), con costo medio in bolletta di 0.329 euro a kWh (il costo della materia prima è pari a 0.038 euro per kWh); il prezzo è bloccato per 12 mesi; la bolletta arriva per email e il pagamento si può fare con addebito diretto su conto corrente; sono previsti bonus per i nuovi clienti.

Per quanto riguarda il gas, supponendo un consumo inferiore rispetto a quello della prima casa (per ipotesi diciamo 600 Smc) tra le tariffe migliori ci sono:

  • Sorgenia Next Energy Gas (costo mensile di 44,12 euro), con costo medio in bolletta di 0,882 euro per Smc (costo della materia prima 0,199 euro per Smc); prezzo bloccato per 12 mesi, bolletta inviata per email e pagamento possibile con carta di credito ed addebito diretto;
  • E.ON Valore Mercato Gas (costo mensile di 44,71 euro), con costo medio in bolletta di 0,894 euro per Smc (costo della materia prima 0,131 euro per Smc); prezzo indicizzato non ARERA, bolletta inviata per email e pagamento possibile con addebito diretto;
  • Iren Quick Gas Web (costo mensile di 45,06 euro), con costo medio in bolletta di 0,901 euro per Smc (costo della materia prima 0,200 euro per Smc); prezzo bloccato per 12 mesi, bolletta inviata per email e pagamento possibile con addebito diretto.

Migliori tariffe luce e gas per partita IVA 2022

Chiudiamo questo articolo con le migliori tariffe luce e gas del 2022 per le partite IVA, le cosiddette offerte business. Sono molti i fattori che incidono sul osto finale: le dimensioni dell’azienda (e di conseguenza anche i consumi), il tipo di tariffazione (monoraria, bioraria o multioraria), la potenza (che a seconda dell’attività svolta può andare oltre i 3 kW visti per le utenze domestiche) e così via. Se il richiedente ha un consumo annuo di 5.000 kWh ed una potenza di 6 kW, le offerte più interessanti sono quelle di:

  • Enel Energia Open Energy monoraria (costo mensile di 126,85 euro), con costo medio in bolletta di 0.304 euro a kWh (il costo della materia prima è pari a 0.048 euro per kWh); il prezzo è indicizzato non ARERA; la bolletta arriva per email e il pagamento si può fare con addebito diretto su conto corrente;
  • Sorgenia Next E-Business Luce monoraria (costo mensile di 130,65 euro), con costo medio in bolletta di 0.314 euro a kWh (il costo della materia prima è pari a 0.065 euro per kWh); il prezzo è bloccato per 15 mesi; la bolletta arriva per email e il pagamento si può fare con addebito diretto su conto corrente e carta di credito;
  • AGSM Luce Imprese monoraria (costo mensile di 139,38 euro), con costo medio in bolletta di 0.335 euro a kWh (il costo della materia prima è pari a 0.073 euro per kWh); il prezzo è indicizzato non ARERA; la bolletta arriva per email e il pagamento si può fare con addebito diretto su conto corrente o con i bollettini postali.

In  merito alla fornitura di gas si può dire che le tariffe per la distribuzione e il trasporto del gas e per la gestione del contatore cambiano in relazione alla zona geografica (in Italia esistono sei diverse zone tariffarie); inoltre questi oneri salgono in base ai consumi con un sistema a scaglioni. Per le imprese e le partite IVA le spese per l’energia elettrica  del gas rientrano tra i costi fissi e per questo motivo sono previste delle agevolazioni fiscali che variano in base al tipo di attività svolta.

Redazione Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.