Miglior prosecco italiano 2020: Vinitaly, friulano, Valdobbiadene, economico, per spritz, extra dry

Tra le eccellenze italiane non possiamo che citare il Prosecco, un vino bianco di Origine Controllata, che viene prodotto in Veneto e in Friuli-Venezia Giulia. Oltre ad essere una delle bevande alcoliche più amate di sempre, sia in Italia che fuori, è anche un vino molto versatile, da consumare sia da solo che sotto forma di cocktail (un esempio è proprio l’amatissimo Spritz).

Sono tante le caratteristiche da controllare prima di scegliere un prosecco: innanzitutto, il suo certificato, che attesti la provenienza, ma bisogna valutare anche il perlage (che è l’insieme delle bollicine di anidride carbonica che si crea sulla superficie del prosecco, anche quando si versa), la gradazione, l’abbinamento ideale e ovviamente il contenuto zuccherino, ovvero la concentrazione di zucchero presente nel prosecco ad ogni litro. Un ultimo elemento, assolutamente da non tralasciare, è la composizione del tappo, che deve essere preferibilmente di sughero per poter chiudere ermeticamentela bottiglia e non rovinare il prosecco.

Perciò, vediamo quali sono i migliori prosecchi italiani designati da Vinitaly, i migliori prosecchi friulani, i migliori prosecchi del Valdobbiadene, i prosecchi più economici, i migliori prosecchi per spritz e i migliori prosecchi extra dry.

Miglior prosecco italiano 2020: la classifica del Vinitaly

Il Vinitaly è un salone internazionale del vino e dei distillati che si svolge ogni anno dal 1967. Si tratta di un evento a cui partecipano molti specialisti del settore, che hanno anche stilato una classifica dei migliori prosecchi.

Vediamo allora i migliori prosecchi secondo il Vinitaly.

Tra i migliori prosecchi troviamo l’Alice Prosecco DOCG Superiore. Questo prosecco nasce sulle colline del Prosecco DOCG Superiore, nato dalle uve Glera al 100%. Questo prosecco viene fatto tramite pressatura soffice pneumatica e poi fatto decantare in modo statico, per poi farlo fermentare ad una temperatura che varia dai 18° ai 20°; l’affinamento, invece, avviene per un periodo che va dai 45 ai 60 giorni per poi essere rifermentato nuovamente per lo stesso periodo. Il terreno dove vengono le uve è argilloso e calcareo, ricco di residui di morena glaciale appartenente al ghiacciaio del Piave. La vendemmia viene fatta nella seconda metà di settembre e il territorio si avvale di un clima temperato, con inverni freddi ed estati calde, seppur ventilate. All’aspetto, il prosecco si presenta di un giallo paglierino luminoso e brillante, mentre all’olfatto si sentono chiaramente le tracce di fiori e frutta dell’uva Glera, ma anche sentori di caprifoglio, acacia, pera e mela. Il sapore è fresco, ma ha anche un gusto molto netto; ha una gradazione alcolica di 11,50 gradi.

Un altro vino presente nella classifica di Vinitaly è il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Dry “Vigneto Giardino” – Rive di Colbertaldo. Questo prosecco proviene dal Vigneto Giardino, un vigneto appartenente alla famiglia Adami dal 1920, che si trova nella zona di Colbertaldo di Vidor, area piuttosto ricca di vigneti per il prosecco. All’aspetto, questo prosecco si presenta di un colore giallo paglierino con una spuma molto fitta, mentre all’olfatto mostra note che richiamano la mela gialla, la pesca, i fiori di glicine e i fiori di acacia. Al sapore, invece, notiamo fin da subito le note fruttate e morbide, ma anche fresche; il miglior abbinamento possibile è con la pasticceria secca, quindi con focacce, biscotti da thè e crostate alla frutta, specialmente se presentano pesche e meloni. Questo prosecco ha una gradazione alcolica dell’11% ed è preferibile servirlo a 6/ 8 gradi.

Un altro prosecco presente nella classifica di Vinitaly è il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut “Dirupo”. Questo prosecco viene prodotto dalla cantina Andreola situata sul Col San Martino, che si trova a pochi chilometri dall’area di Valdobbiadene. Questo Prosecco è un Brut, una qualità che recentemente ha ripreso piede tra i consumatori e gli esperti del settore, poiché capace di essere sia morbido che elegante al gusto. Il prosecco si presenta alla vista di colore giallo paglierino, con un perlage elegante, mentre all’olfatto possiamo sentire subito un sentore floreale molto forte. Al gusto si presenta secco ed equilibrato, ma anche molto saporito con un retrogusto pulito; l’abbinamento perfetto è con un tagliere di salumi misti dal sapore deciso, che lo rende un prosecco perfetto per l’aperitivo. Questo prosecco ha una gradazione alcolica dell’11% ed è consigliato il consumo ad una temperatura di 8/ 10 gradi.

Miglior prosecco friulano 2020

Il Friuli-Venezia Giulia è una delle regioni con più alta produzione di prosecco, essendo una delle regioni di origine.

Vediamo quindi quali sono i migliori prosecchi friulani 2020.

Prosecco Brut DOC Colutta

Tra i migliori prosecchi del Friuli-Venezia Giulia troviamo questo prosecco, prodotto al 100% con uve Glera. È prodotto dall’azienda vinicola Colutta, attualmente gestita da Giorgio Colutta, ma nata nel 1939. Il terreno delle vigne è ricco di materiale argilloso, calcareo e arenario e protetto da un clima perfetto per far crescere quest’uva che regala un prosecco fresco e dalla fragranza dolce. All’aspetto si presenta di un colore giallo paglierino e con un perlage persistente, mentre all’olfatto possiamo sentire fin da subito le note floreali con sentori che ricordano la crosta del pane. Al gusto appare fragrante e cremoso; si tratta di un prosecco da consumare sia durante l’aperitivo che per tutto il resto del pasto e si abbina perfettamente ai piatti a base di pesce, ma anche alla pizza. Ha una gradazione alcolica dell’11% ed è preferibile consumarlo ad una temperatura di 6/8 gradi.

Prosecco Brut Millesimato “One and Only”

Questo prosecco Brut è una novità dell’azienda Fantinel, fondata nel 1969 da Mario Fantinel, che produce anche altre qualità di vino molto rinomate come il Sauvignon Blanc e la Ribolla. Si tratta di un prosecco del 2018 pensato soprattutto per gli amanti dell’aperitivo, dove trova la sua collocazione perfetta. È un prosecco elegante, la cui qualità sorprende ad ogni sorso ed è prodotto totalmente da uve Glera. Alla vista è di un colore giallo paglierino con un perlage fine, ma persistente, all’olfatto possiamo sentire delle note di tiglio e biancospino, ma anche sentori più fruttati. All’assaggio è un prosecco dal sapore piuttosto consistente e una nota acida molto gradevole. Come detto, questo prosecco è perfetto per il consumo durante l’aperitivo, ma può essere bevuto anche durante il resto del pasto, soprattutto abbinato ai piatti di mare, specialmente i crudi e le tartare. Ha una gradazione alcolica del 12% ed è consigliabile servirlo ad una temperatura di 6/8 gradi.

Prosecco Extra Dry DOC Zaglia

Un altro prosecco friulano di qualità è il Prosecco Extra Dry DOC Zaglia, prodotto dall’azienda agricola Zaglia, una delle aziende più interessanti della regione Friuli. Le viti sono in terreni che si estendono tra i comuni di Pocenia e Precenicco, con un terreno ricco di argilla e sali minerali che agevolano la crescita rigogliosa. Le uve usate per questo prosecco (che sono totalmente della varietà glera) vengono vinificate in vasche d’acciaio e tutte le operazioni vengono fatte a temperatura controllata. Si tratta di un prosecco molto versatile, adatto al consumo durante l’aperitivo e in compagnia, essendo una bollicina piuttosto informale. All’aspetto appare di colore giallo paglierino con un perlage duraturo, mentre all’olfatto troviamo delle note fresche e floreali, che ricordano la mela e la pera. Al gusto è morbido e rotondo, ma anche fresco e, come detto, è perfetto da consumare durante un aperitivo, magari accompagnato da piccoli stuzzichini, come tramezzini e tartine. Questo prosecco ha una gradazione alcolica dell’11% ed è preferibile consumarlo ad una temperatura di 6/8 gradi.

Migliori prosecco Valdobbiadene 2020

Valdobbiadene è un comune italiano che si trova in provincia di Treviso, in Veneto. Si tratta di una zona molto prolifica per la coltura delle viti per il prosecco e altri vini e ciò la rende una delle zone più produttive della nazione.

Vediamo quindi quali sono i migliori prosecchi prodotti in Valdobbiadene.

Al Canevon Prosecco Valdobbiadene Superiore DOCG Extra Dry

Questo prosecco viene coltivato nel territorio di Conegliano Valdobbiadene ed è composto totalmente da uva Glera. La vendemmia avviene a settembre, riprendendo le tecniche classiche degli antichi vignaioli. Inoltre, viene sottoposto anche alla spumantizzazione Charmat, che gli permette di avere una seconda fermentazione, che lo rende più dolce e meno alcolico al gusto. Alla vista, si tratta di un prosecco di colore giallo paglierino con dei riflessi sul verde e presenta un perlage piuttosto consistente; all’olfatto è fresco e si riescono a sentire facilmente i sentori di mela e pera. Al gusto è leggero e rinfrescante, con un gusto che si adatta a diversi abbinamenti, specialmente antipasti salati e dolci al cucchiaio. Si tratta di un prosecco dalla gradazione di 11,5%, che va preferibilmente servito ad una temperatura tra gli 8° e i 10°.

Valdobbiadene Prosecco Superiore Extra Dry DOCG “Senior” Bortolomiol

Questo prosecco prodotto nel Valdobbiadene è composto totalmente da uve Glera. L’azienda che lo produce è la Bortolomiol, una realtà molto antica, la cui nascita risale al XVIII secolo. Le uve, dopo la vendemmia, vengono fermentate a temperatura controllata con lieviti in acciaio, per poi essere affinate per un altro periodo che varia da uno a tre mesi. Si tratta di un prosecco dal gusto molto equilibrato, ma anche avvolgente. Alla vista, si presenta di colore giallo paglierino, con qualche riflesso tendente all’oro e al verde e il perlage è piuttosto persistente, all’olfatto possiamo sentire chiaramente dei sentori fruttati e agrumati, ma anche sentori di mughetto, biancospino ed erbe aromatiche. Infine al gusto si presenta morbido e molto versatile, da bere soprattutto nelle serate con gli amici; si abbina perfettamente a tutto il pasto, a partire dall’aperitivo, trovando la sua combinazione ideale con piatti a base di pesce e fritture di verdure. Questo prosecco presenta una gradazione alcolica dell’11,5% ed è preferibile consumarlo a 6/8 gradi.

Valdobbiadene Prosecco Superiore Extra Dry DOCG “Bandarossa” 2019

Questo prosecco viene prodotto sempre dall’azienda Bortolomiol e prodotto sempre nella zona del Valdobbiadene e con solo uve Glera. Si tratta di uno dei migliori prosecchi dell’azienda Bortolomiol e prende il suo nome dalla tendenza di Giuliano, fondatore dell’azienda, di mettere un segno sulle migliori partite di prosecco. Le uve, dopo la vendemmia, vengono fatte fermentare a temperatura controllata in vasche di acciaio, mentre la spuma viene fatta affinare in un periodo da uno a tre mesi. Alla vista, si presenta di un colore giallo paglierino con riflessi verdi e il perlage risulta consistente; all’olfatto possiamo sentire sentori di mela golden, pesca bianca, pera e gelso. Al sapore è piuttosto fresco, ma ha anche un gusto pieno ed è perfetto per essere il protagonista di un aperitivo, accompagnato da tartine e altri stuzzichini salati, oltre a trovare un ottimo accompagnamento coi piatti a base di pesce.

Miglior prosecco economico 2020

Alcuni prosecchi sono prodotti in aziende rinomate e il loro processo di produzione può essere molto lungo ed elaborato, per questo alcuni prosecchi possono avere dei costi molto elevati. Ma se non volessimo spendere tanto per un prosecco?

Vediamo quali sono i migliori prosecchi economici 2020.

Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut DOCG “1868” Carpenè Malvolti

Tra i prosecchi più economici sul mercato troviamo questo, prodotto sulle colline del Conegliano Valdobbiadene in un’azienda vinicola che risale addirittura al 1876, si tratta infatti dell’azienda spumantistica a conduzione famigliare più antica d’Italia. Si tratta di un prosecco piuttosto fruibile, sapido ed elegante, prodotto totalmente da uve Glera. All’aspetto appare di colore giallo paglierino con riflessi sul verde, mentre il perlage rimane persistente. All’olfatto si sentono chiaramente sentori agrumati e di mela verde. Al gusto è fresco, ma anche cremoso ed è perfetto sia per l’ora dell’aperitivo che per tutto il resto del pasto, specialmente per accompagnare piatti a base di carni bianche o di pesce. Questo prosecco ha una gradazione alcolica dell’11% ed è consigliabile servirlo ad una temperatura di 6/8 gradi.

Prosecco Millesimato DOC “Master C. 27” Sant’Orsola

Un altro buon prosecco economico è questo qui: prosecco del 2019, composto al 100% da uve Glera. Si tratta di un prosecco prodotto dall’azienda Fratelli Martini, una delle aziende vinicole a conduzione familiare più conosciute in Italia. Tra i suoi pregi troviamo sicuramente la sua fruibilità e semplicità nel gusto, che ne fanno un prosecco perfetto da gustare nelle serate informali con gli amici. Alla vista, è un prosecco di colore giallo paglierino con un perlage durevole, seppur sottile; all’olfatto, possiamo sentire dei sentori floreali e fruttati. Al gusto, si tratta di un prosecco fruibile, dal sapore fresco e leggero, è perfetto, infatti, da bere durante l’aperitivo con gli amici, magari abbinato con una frittura di pesce. Questo prosecco ha una gradazione alcolica dell’11,5% ed è preferibile servirlo ad una temperatura di 6/8 gradi.

Prosecco DOC Millesimato “sior Carlo” 2019

Questo prosecco piuttosto economico è del marchio V8 + Vineyards, un marchio veneto di proprietà di Geneagricola. Per produrre questo prosecco vengono usate solo le migliori uve Glera di ogni annata; si tratta di un prosecco Brut, secco, ma anche molto fresco. Di aspetto appare di un colore giallo paglierino scarico, con un perlage molto fitto, mentre all’olfatto si sentono sentori floreali e fruttati. Il sapore è secco, ma anche molto fresco ed è perfetto da bere durante l’aperitivo oppure con antipasti di verdure o piatti a base di pesce.

Miglior prosecco per spritz 2020

Non si può pensare all’aperitivo, senza pensare ad un bicchiere colorato di spritz. Lo spritz è diventato rapidamente il cocktail più richiesto all’ora dell’aperitivo, essendo fresco ma anche molto forte. Si tratta di un cocktail a base prosecco, con l’aggiunta di Aperol (anche se ci sono delle varianti con il Campari o il Select) e di seltz.

Vediamo quali sono i migliori prosecchi per spritz 2020.

Valdobbiadene Prosecco DOCG Extra Dry “Strada di Guia 109”

Fare lo spritz è un’arte, ma ci vuole anche un prosecco che si abbini agli altri ingredienti e questo è uno dei migliori. Questo prosecco è composto da uve Glera e proviene dalla cantina Foss Marai, a conduzione famigliare. Viene definito come il “prosecco per eccellenza”, essendo capace di esaltare tutte le qualità di questo prodotto. All’aspetto appare di un colore giallo paglierino e con un perlage molto fino, mentre all’olfatto possiamo sentire chiare le note di acacia e di mela. Il sapore è persistente e si sposa perfettamente col gusto fruttato dell’Aperol, questo ne fa un prosecco perfetto per uno spritz, da consumare ovviamente all’orario dell’aperitivo.

Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut DOCG “Cuvée di Boj”

Questo prosecco, composto totalmente da uve Glera viene prodotto dall’azienda Valdo Spumanti, realtà italiana situata nella zona del Valdobbiadene. Si tratta di un prosecco superiore, che viene sottoposto alla lavorazione Charmat. Si tratta di un prosecco dal gusto molto particolare, che ben si adatta alle note dell’Aperol. All’aspetto appare di un colore giallo paglierino acceso, con riflessi dorati e un perlage persistente, mentre all’olfatto possiamo sentire subito le note floreali e le note fruttate. Al gusto è fresco e deciso e ovviamente si abbina alla perfezione all’aperitivo, ma anche ai piatti a base di pesce.

Valdobbiadene Prosecco Superiore Extra Dry DOCG “Fogliaoro”

Questo prosecco è perfetto come ingrediente principale dello spritz e viene prodotto dall’azienda vinicola Ca’ del Faggio e proviene ovviamente dalla zona del Valdobbiadene. Si tratta di un prosecco molto amato e perfetto per l’aperitivo, ma anche per il resto del pasto, infatti l’abbinamento perfetto sarebbe con gli antipasti caldi di pesce. All’aspetto lo vediamo di un chiaro e luminoso giallo paglierino, con un perlage persistente; all’olfatto sentiamo sentori di fiori bianchi, note fruttate (specialmente pera) e sentori di erbe aromatiche. Al sapore è molto morbido e pieno, perfetto da bere in compagnia e come elemento principale dello spritz.

Miglior prosecco extra dry 2020

Il prosecco extra dry è tra i più consumati e richiesti, soprattutto durante l’ora dell’aperitivo. Questo perché ha un residuo zuccherino che va da un minimo di 12 ad un massimo di 17 su un litro.

Vediamo quali sono i migliori prosecchi extra dry 2020.

Prosecco Extra Dry DOC – Corvezzo

Questo prosecco viene prodotto nell’azienda Corvezzo, che si trova a Cessalto, poco lontana da Venezia. Le uve usate, che sono totalmente di qualità Glera, vengono coltivate secondo le regole dell’agricoltura biologica, quindi assolutamente senza pesticidi. All’aspetto ci troviamo di fronte ad un prosecco dal colore giallo paglierino con alcuni riflessi dorati e un perlage persistente; all’olfatto si sentono chiari sentori di pera, mela e fiori di acacia. Assaggiandolo, possiamo sentire fin da subito un sapore fresco ed armonico, si tratta di un prosecco perfetto da degustare durante l’aperitivo o con antipasti di pesce (specialmente i crudi). Questo prosecco ha una gradazione alcolica dell’11,5% ed è preferibile consumarlo ad una temperatura di 6/8 gradi.

Prosecco Extra Dry DOC – Zago

Parliamo di uno dei prosecchi più amati dai consumatori, soprattutto per la sua bevibilità. Questo prosecco viene prodotto dall’azienda vinicola della famiglia Zago, esclusivamente fatto con uve Glera, che vengono fermentate in autoclavi di acciaio. All’aspetto, questo prosecco appare di un colore giallo paglierino con alcuni riflessi tendenti al verde; all’olfatto, possiamo sentire delle note floreali appartenenti ai fiori bianchi e note fruttate che ricordano la mela croccante. All’assaggio, il prosecco ha un gusto piacevole e morbido, perfetto per accompagnare l’aperitivo, in abbinamento a tartine e stuzzichini salati. Questo prosecco ha una gradazione alcolica di dell’11% e preferibilmente deve essere servito ad una temperatura di 6/ 8 gradi.

Prosecco Extra Dry DOC “Fiol”

Un altro prosecco extra dry molto amato è questo della Fiol, azienda vinicola situata a Treviso, ma che ha delle altre sedi anche a Londra ed Hong Kong. Questo prosecco viene fatto con uve di qualità Glera e le viti si trovano un po’ fuori Treviso; viene definito come il prosecco perfetto da bere durante le serate in compagnia degli amici, grazie alla sua versatilità e alla sua bevibilità. Se lo guardiamo, noteremo subito un bel colore giallo paglierino molto brillante, mentre all’olfatto potremmo sentire note floreali e note fruttate, che ricordano la mela, il glicine e l’acacia. All’assaggio, questo prosecco appare subito molto fresco e piacevole, infatti è il protagonista degli aperitivi, anche se si abbina perfettamente anche al resto del pasto, soprattutto antipasti di pesce, ma anche taglieri con salumi e formaggi. È preferibile servirlo ad una temperatura che va dai 6° agli 8°.

Martina Sarra Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *